Generale : Anche quest'anno nella dichiarazione dei redditi é possibile destinare il 5x1000 a Italia Solidale
Monday, 16 April 2018 13:05

Promuovi una cultura di vita con la tua firma

Anche quest'anno nella dichiarazione dei redditi é possibile destinare il 5x1000 a Italia Solidale

Parteciperai con noi ad un grande movimento di sviluppo di vita e missione per soddisfare la fame dello spirito e del corpo in Italia e nel Mondo

Già 2.000.000 di persone in Africa, in Asia, in Sud America ed anche in Italia stanno ritrovando la pienezza della propria vita, la gioia di sane relazioni di coppia e di famiglia e l'espressione di un lavoro creativo e di servizio fino alla solidarietà con i vicini e lontani. Tutto questo grazie ad una sperimentata cultura di vita che parte dall'inconscio di ogni persona cominciando dal bambino fino alla missione nel mondo.

Rimaniamo uniti in questa autentica cultura di vita. C'è necessità dell'amore per vivere e far vivere.

Basta mettere la tua firma nell'apposito riquadro della dichiarazione dei redditi insieme al codice fiscale di Italia Solidale (97114600584). Non c'e' nessun costo aggiuntivo, lo stato infatti non toglie nulla in più al contribuente, ma destina questa quota dell'irpef alle onlus rinunciando ad incamerare questa piccola parte dell'imposta.

Commento alla Parola del Giorno : Letture della settimana
Monday, 09 April 2018 08:06
"Ecco concepirai un figlio e lo darai alla luce"
(Lc 1,26-38)
 
Così Padre Angelo Benolli e Padre Stephen Ndegwa oggi!
  

 

 

09/04/2018

Ascolta la spiegazione delle Letture del giorno

Vangelo del giorno (link esterno)

Vai all'archivio dei giorni precedenti

 

  
"Come fare a calare questi contenuti nella nostra esistenza? La nuova cultura di vita che viene fuori dai 59 anni di esperienza sacerdotale, scientifica, antropologica e missionaria, di Padre Angelo Benolli, ci offre gli strumenti per entrare nella nostra storia e fare questo cammino. Vi invitiamo a leggere i suoi libri o a contattarci".
Commento alla Parola del Giorno : Letture della settimana
Wednesday, 04 April 2018 08:38
"Riconobbero Gesù nello spezzare il pane"
(Lc 24,13-35)
 
Così Padre Angelo Benolli e Padre Stephen Ndegwa oggi!
  

 

 

04/04/2018

Ascolta la spiegazione delle Letture del giorno

Vangelo del giorno (link esterno)

Vai all'archivio dei giorni precedenti

 

  
"Come fare a calare questi contenuti nella nostra esistenza? La nuova cultura di vita che viene fuori dai 59 anni di esperienza sacerdotale, scientifica, antropologica e missionaria, di Padre Angelo Benolli, ci offre gli strumenti per entrare nella nostra storia e fare questo cammino. Vi invitiamo a leggere i suoi libri o a contattarci".
Generale : Non è la persona che fa la verità, ma la verità che fa la persona
Tuesday, 03 April 2018 08:41

Non è la persona che fa la verità, ma la verità che fa la persona

L’energia personale è solo un dono di Dio.

Non dipende da mente, sentimenti o volontà né da altre persone 

Nella storia, quasi sempre, sono state travolte le energie di milioni e milioni di persone da altre persone fondamentalmente integrate in culture basate più sulle leggi e sulle ideologie che sulla vita personale ed interpersonale, che invece è fondata sulla natura e su Dio. 

Oggi la cultura corrente è ancora più subdola nel suo travolgere la persona. È vero, vi è ormai un forte rifiuto di ogni travolgimento ideologico e legale, ma si è veramente arrivati al rispetto della verità della persona e conseguentemente della realtà autentica delle relazioni interpersonali? Non ci dice nulla la realtà dei depressi il cui numero, nel giro di tre anni, è passato da 121 milioni a 340 milioni? 

Non ci dicono nulla le realtà dello sfacelo dei matrimoni, dell’aumento delle malattie psicosomatiche e del potere sempre più forte, concentrato in poche persone e società multinazionali? Cosa sta succedendo? 
Come il nazismo, così l’ideologismo e il legalismo sono caduti. Ma, come nell’immediato dopoguerra, anche oggi sembra che ognuno pensi a se stesso e a salvarsi da tanti inganni come meglio può. S’instaura così nelle persone, nella cultura e nella società, qualcosa di nefasto e degradante, completamente staccato dalla ricerca della verità della vita personale e relazionale e questo “qualcosa” viene vissuto come “normalità”. Ormai si crede che sia vero ciò che uno pensa. Si crede che ognuno possa comportarsi come gli pare. 
Se poi tutto ciò non è conforme alla vita personale ed a quella degli altri, poco importa. Tanto non esiste nient’altro. Siamo stati già talmente ingannati da tante ideologie, leggi o morali provenienti da tante false culture o poteri legali che molte persone ormai vi si adattano e quasi non reagiscono più. Quello che è peggio è che ormai, anche nelle comunità politiche e spesso in quelle religiose, si crede che ciò che vale non è ciò che è vero e giusto, ma ciò che la maggioranza vuole, vede e decide. Da tutto ciò proviene il disfacimento personale, familiare, culturale e sociale cui assistiamo.