Generale : 90° COMPLEANNO DI MARIA FRAU
17-09-2021

90° COMPLEANNO DI MARIA FRAU

Grazie Maria! Per quello che sei e per quello che fai! (P. Angelo Benolli)

Per mandare gli auguri a Maria Frau scrivici a Este endereço de email está protegido contra piratas. Necessita ativar o JavaScript para o visualizar. 

 

 Messaggi di auguri per Maria Frau da tutto il mondo  

Cara Maria Frau,

con te le parole sono sempre superflue e per questo motivo ti faccio gli auguri con questa semplice poesia che ho scritto per te.

Grazie mille 

 

Oggi il mio cuore è in gioiosa festa d’amore

Per te, Maria, che di Dio sei un sincero e prezioso fiore

Ringrazio il Signore, che ti è sempre stato vicino

Perché nonostante i mali umani, tu hai sempre cercato il divino

 

La tua anima con Dio è sempre rimasta alleata

e nel Mondo, posto nel maligno, non ti sei mai integrata

Oggi festeggi con sapienza i tuoi novanta anni

Hai sofferto, ma non ti sei mai adattata agli inconsci inganni 

Generale : Così Padre Angelo Benolli oggi
17-09-2021

"C'erano con lui i Dodici e alcune donne che li servivano con i loro beni" 

(Lc 8,1-3)
 
 Così Padre Angelo Benolli oggi 

 

 

17/09/2021

Ascolta la spiegazione delle Letture del giorno

Vangelo del giorno (link esterno)

Vai all'archivio dei giorni precedenti

 

 

 

 

 

 

 

"Come fare a calare questi contenuti nella nostra esistenza? La nuova cultura di vita che viene fuori dai 62 anni di esperienza sacerdotale, scientifica, antropologica e missionaria, di Padre Angelo Benolli, ci offre gli strumenti per entrare nella nostra storia e fare questo cammino. Vi invitiamo a leggere i suoi libri o a contattarci".
Generale : Intelligente è solo colui che comprende, serve e testimonia la vita - di padre Angelo Benolli e Serena Casali
26-07-2021

Intelligente è solo colui che comprende, serve e testimonia la vita che è principalmente nell'inconscio

Se le energie inconsce sono disturbate, la mente non è ben irrorarata

 

Quando il sesso soffre, l'amore soffre e lo Spirito soffre: come potrà mantenersi sana la mente?

La mente ha una sola grande funzione: conoscere, rispettare, servire le forze della vita che esistono prima di essa e portare queste forze al rispetto di ciò che è fuori ed oltre essa.

Ma, come ho detto, questa funzione è sana solo quando le pulsioni fondamentali che la irrorano sono sane.

Chi ha un sesso, un amore ed uno spirito sbagliati, come può avere una mente sana?

Anche a livello biologico, si constata che il sistema neurovegetativo, portatore delle energie di base della vita, arriva e si connette nel nervo decimo alle terminazioni del sistema nervoso centrale. Il sistema deputato all'integrazione è l'ipotalamo.

Se dunque le energie del neurovegetativo sono disturbate, disordinate, avvelenate, cosa possono trasmettere alla mente?

La mente, comunque, è sempre posta per capire anche questi disordini primari. Se tuttavia essi provengono da disturbi di relazione, d'amore e di spirito, è solo la riparazione delle relazioni, dell'amore o dello spirito che guarisce.

Troppo spesso si è creduto che il "comprendere" della mente riparasse o guarisse i mali dell'anima e del corpo: ciò non è per nulla vero.

Però il comprendere è già un avvicinamento alla possibilità di riparazione.

Spesso però la mente, facilmente condizionata dalla cultura del mondo circostante, si pone più al servizio dell'esterno che del profondo personale. In tal modo la mente, alienata e plagiata, diventa il nemico principale del sesso, dell'amore e dello spirito della vita.

Siffatta malattia della mente, come accade nella paranoia, è, insieme alla depressione, il peggiore dei mali dell'uomo.

Anzi la fissazione, la presunzione e la superbia paranoiche sono più comuni della depressione. Individui come Caligola, Hitler, Stalin, sono intelligenti ma divisi da sé, dagli uomini e da Dio, hanno sempre “ragione” anche quando uccidono milioni di persone, anche quando uccidono sé stessi.

Questo è il prodotto della malattia della mente che si genera quando le persone non amate, condizionate dal proprio io e da una cultura razionalistica, materialistica e di potere esterno, non riescono più a cogliere gli stimoli dell'amore e dello spirito.

In esse, anche il sesso sarà sempre deviato, ridotto, materiale, prostituito.

Anche i paranoici sono una prova che il sesso senza amore e senza spirito non può mai esistere, se non sotto l'insegna della violenza.

Generale : Sesso e integralismo laico... la "svolta". di Antonella Casini e Padre Angelo Benolli
11-07-2021

Sesso e integralismo laico... la "svolta"

Come si fa a definire con una legge dello Stato l’identità sessuale?

 

Scarica il PDF

Oggi si parla molto della legge Zan che condanna, giustamente, la transomofobia. Questa legge, però, fa molto di più: ridefinisce addirittura l’identità sessuale, affermando che “per “genere” si intende qualunque manifestazione esteriore di una persona che sia conforme o contrastante con le aspettative sociali connesse al sesso”.

Una volta approvata la legge, chi dirà che il sesso è secondo la creazione di Dio potrà essere legalmente perseguito.

Come si fa a definire “con legge statale” l’identità sessuale: un aspetto così centrale nella vita di ognuno? Eppure, anche chi si contrappone a questo provvedimento lo fa basandosi su una legge. Perché nessuno parla della natura della persona? Perché nessuno parla di Dio?

Qualsiasi cosa crediamo, non si possono trattare queste realtà con “norme e regole”, eppure l’umanità lo fa da secoli. Prima c’era l’“integralismo religioso”, oggi c’è l’integralismo laico. Si stava male prima e si sta male ora. Le persone sono colpite, nella spiritualità, nell’anima, nelle relazioni, il lavoro è ridotto a schiavitù, il mondo è inquinato e pieno di guerre. C’è bisogno di uscire da ogni legalismo e “integralismo” e trovare una cultura coerente con la Vita e con le energie di ogni persona, che, per il 90%, sono nell’inconscio. Per questo il contributo di Padre Angelo Benolli, sacerdote, missionario, antropologo e scienziato, è decisivo.

Egli, in 54 anni d’incontri quotidiani per molte ore al giorno con persone di ogni cultura e religione, ha visto la sofferenza secolare delle persone. Ha visto l’impotenza della scienza senza Dio e senz’anima e anche della fede che non entra nella vita.

Davanti a ciò non si è adattato, ma, per grazia di Dio, ha sviluppato una nuova e completa antropologia, oggi racchiusa nei suoi 10 libri, documenti e video, con cui cambia l’inconscio di Freud e compie numerosissime scoperte, che permettono di uscire da inganni secolari mai visti né risolti. Con questa base ha fondato “Italia Solidale – Mondo Solidale del volontariato per lo sviluppo di vita e missione”, che, grazie alle comunità, a un nuovo modo di fare adozione a distanza, ai gemellaggi mondiali da lui sviluppati, sta ridando amore, gioia, pace e libertà a più di 2 milioni di persone in Italia e in 141 missioni in Africa, India e Sud America.

Antonella Casini

Generale : Quale cultura c’è per gioire in modo autentico? - di Antonella Casini e Padre Angelo Benolli
09-07-2021

Quale cultura c’è per gioire in modo autentico?

Oggi le persone sono molto colpite nello spirito, nell’anima, nel sesso, nei nervi, nel corpo e nella mente. Tutto questo è il frutto di una cultura che, da secoli, fa fuori Dio, la persona, le relazioni.

I segni di questa sofferenza sono moltissimi, c’erano prima della pandemia e ci sono ancora, più forti che mai.  La depressione è la prima causa d’invalidità permanente. Il cancro colpisce ormai quasi una persona su due. Le relazioni interpersonali, sono sempre più difficili e segnate dalla violenza, tanto che la famiglia, come unione stabile di un uomo con una donna, sta scomparendo e ha ormai lasciato il posto ad altre forme di convivenza. Queste trasformazioni, però, non hanno risolto i problemi delle persone e delle relazioni.

Il Censis dice che siamo divenuti come “poltiglia”: “fluidi”, rancorosi e pieni di paure.

Perché siamo arrivati a questo punto? Come risolvere? Nessuno lo sa.

Intanto la confusione e la sofferenza aumentano, prima di tutto tra i giovani e i bambini, che in Italia ormai nascono sempre meno. In questa situazione offriamo un contributo provvidenziale: la nuova e completa antropologia sviluppata, per grazia di Dio, da Padre Angelo Benolli, sacerdote, missionario, scienziato e antropologo, in 54 anni d’incontri quotidiani, per molte ore, con persone di ogni cultura e religione.

Oggi, grazie a questa nuova antropologia, contenuta nei 10 libri, documenti e video di Padre Angelo, possiamo vedere e risolvere gli inganni secolari e ritrovare Dio, la nostra persona, la nostra sessualità per ben amare e ben lavorare, fino ad essere sussistenti e solidali.

Su questa base Padre Angelo ha fondato “Italia Solidale – Mondo Solidale del Volontariato per lo Sviluppo di Vita e Missione” che oggi sostiene la vita di più di 2 milioni  di persone in Italia e in 140 missioni dell’Africa, dell’India e del Sud America.

Antonella Casini

Generale : Una cultura per vivere fuori da ogni morte di Antonella Casini e Padre Angelo Benolli
01-06-2021

Una cultura per vivere fuori da ogni morte 

La vivono già 2 milioni di persone nel mondo. Per superare il “sistema” che mette al primo posto la mente, il potere e i soldi

 

Scarica il PDF

Ogni persona è meravigliosa. Da secoli però, ogni persona è colpita da una cultura di morte che fa fuori Dio, le energie personali, le relazioni e mette al primo posto la “mente”, il “potere”, “l’economia”. Questi errori hanno sempre colpito ogni persona nello spirito, nell’identità, nella sessualità, nei nervi, nel corpo e nella mente, provocando violenza, confusione e morte. Nessuno ha mai visto ne risolto questi inganni secolari. Così, il malessere è aumentato di generazione, in generazione ed oggi l’umanità è come “cieca e paralizzata”. L’1% della popolazione mondiale detiene il 90% delle ricchezze, mentre più di un miliardo di persone muoiono di fame. Le famiglie si disintegrano, in Italia i bambini non nascono quasi più. Il mondo è pieno di guerre, di malattie dello spirito e del corpo. Nessuno vuole questo, ma nessuno sa cosa fare. Padre Angelo Benolli, sacerdote, missionario, scienziato e antropologo, ha visto tutte queste contraddizioni che da secoli dilaniano le persone e le ha risolte con la nuova e completa antropologia che ha sviluppato nei suoi 90 anni di vita, 62  di sacerdozio e 54 anni d’incontri quotidiani, per molte ore, con persone di ogni cultura e religione. Con questa nuova e completa antropologia, racchiusa nei suoi 10 libri, documenti e video, Padre Angelo va oltre la cultura secolare che divide l’uomo da Dio, la scienza dalla fede e la fede dalla vita, il sesso dall’amore dall’anima e dalla missione e compie grandissime scoperte, come il cambiamento dell’inconscio di Freud con l’Io potenziale. Con questa base ha fondato “Italia Solidale-Mondo Solidale” che oggi, grazie alle comunità ed ai gemellaggi mondiali da lui sviluppati,  sostiene la vita di più di 2 milioni di persone in Italia e in 140 missioni dell’Africa, dell’India e del Sud America.

Antonella Casini

Generale : Amore è recepire il bisogno d’amore - di Padre Angelo Benolli
01-06-2021

Amore è recepire il bisogno d’amore

Attraverso l’inconscio si manifesta nell’uomo la supremazia di Dio

e dell’amore su ogni altra energia umana

Scarica PDF

Ciò che più mi sta a cuore è testimoniare e far comprendere il valore trascendente della vita; questo non perché sono credente, ma perché non è umanamente possibile vivere ed, allo stesso tempo, ingannare la vita.

La vita ha in sé un ordine di energie. La persona, unicamente, le scopre, le serve, le testimonia. Se ed in proporzione che questo non avviene, le energie personali soffrono e si genera la nevrosi che è, appunto, la falsità del vivere.

Proprio da questo fenomeno si può arguire che la vita non si inganna: la vita, cioè, trascende il nostro io, il nostro pensiero, la nostra volontà.

L'io e la volontà sono sani solo se conformi alle energie della vita (che, di base, sono la libido e l'aggressività). Tali energie trascendono il sistema cosciente: quest'ultimo, pertanto, ha la funzione di capire e di servire le forze inconsce, ma fondamentali, del neurovegetativo che è il portatore principale della libido e dell'aggressività.

Le forze fondamentali, poste nell'inconscio, ed esistenti prima del conscio, sono la fortuna della sopravvivenza dell'uomo. L'uomo non è padrone di sé. O serve sé stesso o distrugge sé stesso. Ma se anche dovesse distruggere sé stesso, non potrà mai distruggere completamente l'inconscio.

Attraverso l'inconscio si manifesta nell'uomo la supremazia di Dio. Attraverso l'inconscio si manifesta nell'uomo la supremazia della vita sulla mente e sulla volontà. Attraverso l'inconscio si manifesta nell'uomo la supremazia dell'amore su ogni altra energia umana.

Proprio osservando il bambino intrauterino o appena nato, si scopre l'importanza dell'energia vitale dell'amore. Il bambino non percepisce sé stesso, non sa nemmeno di avere il ditino. Il suo sistema cosciente non è ancora sviluppato.

Eppure s'accorge subito se è o non è amato. Percepisce solo l'amore e soffre solo se non è percepito il suo bisogno d'amore. Il bambino mangia bene, cresce bene, dorme bene, sorride solo se avverte amore. Solo nell'amore e per l'amore il bambino si relaziona.

Generale : Maschi e femmine: l’identità è forse teoria? di Antonella Casini e Padre Angelo Benolli
09-05-2021

Maschi e femmine: l’identità è forse teoria?

La legge Zan contro le discriminazioni sessuali ci mette davanti alla realtà più profonda della persona

 

Scarica il PDF

Oggi moltissimi chiedono l’approvazione della legge Zan contro la trans-omofobia. Questo provvedimento fa molto più che condannare la trans-omofobia: ridefinisce il concetto stesso di sessualità.

All’articolo 1, ad esempio, afferma: “per identità di genere s’intende l’identificazione percepita e manifestata di sé in relazione al genere, anche se non corrispondente al sesso, indipendentemente dall’aver concluso un percorso di transizione”. Con l’approvazione, questi principi saranno vincolanti per tutti e chi dirà qualcosa di diverso, come il fatto che il sesso è secondo la creazione di Dio, sarà considerato trans-omofobo e punibile.

Non possiamo restare indifferenti. Non si tratta di questioni “teoriche”. Il modo in cui la sessualità viene trattata incide profondamente nella vita di ogni persona e di ogni bambino. Nessuno però sa cosa fare, neanche quelli che non sono d’accordo con questa legge. Da secoli non si sa quasi nulla della sessualità. I nostri avi non concepivano neanche il divorzio, ma avevano grandi difficoltà di relazione.

Ora non ci sono “regole”, ma la crisi dell’identità e delle relazioni è talmente forte che, in Italia, sono più le persone che muoiono che i bambini che nascono.

Oggi possiamo uscire da tanta ignoranza secolare grazie alla nuova e completa antropologia sviluppata da Padre Angelo Benolli, sacerdote, missionario, scienziato e antropologo, in 54 anni d’incontri quotidiani, per molte ore, con persone di ogni cultura e religione. Egli ha toccato con mano l’enorme sofferenza delle persone nella fede, nell’anima, nel sesso, nel corpo e nella mente. Ha constatato l’impotenza della scienza senza Dio e senz’anima e della fede che non entra nella vita.

Davanti a ciò non si è rassegnato, ma, con l’aiuto di Dio, ha sviluppato una nuova e completa antropologia che porta la scienza alla fede e la fede alla vita, cambia l’inconscio di Freud e compie grandissime scoperte. Oggi, grazie a questa nuova cultura di vita contenuta negli 10 libri, documenti e video di Padre Angelo, tutti hanno la possibilità di uscire dagli inganni secolari e ritrovare Dio, la propria persona, la propria sessualità per ben amare e ben lavorare, fino ad essere sussistenti e solidali.

Su questa base Padre Angelo ha fondato “Italia Solidale – Mondo Solidale del Volontariato per lo Sviluppo di Vita e Missione” che oggi sostiene la vita di più di 2 milioni di persone in Italia ed in 140 missioni dell’Africa, dell’India e del Sud America.

Antonella Casini

Generale : Lettera di gioia per la guarigione di Padre Angelo Benolli da Angelous Kermu - Uganda
26-04-2021

Lettera di gioia per la guarigione di Padre Angelo Benolli da Angelous Kermu - Uganda - Africa

Ci stai sostenendo nel Carisma per trovare il vero cammino di relazione con Dio e con noi stessi e trovare la gioia e la pace perdute a causa dei condizionamenti

VIDEO DELLE FAMIGLIE CHE CANTANO E BALLANO

Caro Padre Angelo, unitamente alle famiglie di Nebbi ed Alala Solidale, abbiamo provato una grande grande gioia nel vederti in salute dopo 2 mesi passati nel letto ed averti rivisto tornare alla vita celebrando la messa dal vivo con noi!

Abbiamo unito tutte le nostre preghiere glorificando e ringraziando la presenza di Dio con te attraverso questi momenti critici cantando al Signore preghiere per la tua guarigione, tutte queste sono grazie direttamente per te dalle mani di Dio.

Io non so quante preghiere ogni persona, famiglia, comunità, zona e missione abbia dedicato a Dio per te dal momento in cui sei caduto fino ad ora, ma sicuramente è il periodo in cui ho visto il più grande amore dimostrato per te attraverso le preghiere come ricompensa per quanto Dio ha fatto per noi per tua intercessione!!

Grazie Signore, grazie Padre, Figlio e Spirito Santo, grazie, grazie, grazie infinite volte per questo dono speciale della liberazione delle nostre anime e la salvezza delle nostre famiglie, per averci liberato dalla schiavitù dai vari condizionamenti registrati in noi. Tutti questi 12 giorni del viaggio missionario a Nebbi Solidale dopo che sono stato 3 settimane e mezzo ad incontrare Alala Solidale sono stata una grande grazia per me e le famiglie incontrate.

Ho visto quanto il Signore ti sta usando oggi per le guarigioni interne ed esterne della nostra umanità!  Attraverso il Carisma realizziamo che siamo tutti malati, falsi, persi e morti; moltissime testimonianze di resurrezione, liberazione, guarigione e molte, molte altre ancora di purificazione e santificazione sono avvenute per mezzo dei tuoi libri, video, documenti ed approfondimenti che riceviamo quotidianamente. Ci stai aiutando a costruire la nostra fede, la vita nello Spirito e ci stai fortemente sostenendo nel Carisma per trovare il nostro vero cammino di relazione con Dio, con noi stessi e trovare la gioia e la pace perdute a causa dei condizionamenti; stiamo ritrovando il nostro ordine della vita creato in noi e ritrovando la libertà della creazione perduta; stiamo incontrando la dignità, il valore e l’indipendenza come maschi e femmine, trovando soluzioni ai nostri problemi attraverso gli incontri settimanali nelle comunità,  stiamo creando un nuovo mondo attraverso le persone degne, costruendo una relazione d’amore internazionale per mezzo dei gemellaggi.