Generale : Testimonianza di Bernadette dalla missione di Ntungamo - Uganda
Tuesday, 24 March 2020 08:35

Testimonianza di Bernadette dalla missione di Ntungamonel - Uganda

"Odiavo me stessa, ero una bevitrice, picchiavo la gente, ero senza morale"

 

Caro Padre Angelo Benolli, ti saluto nel nome di Gesu’.

Per prima cosa ringrazio tanto Dio che mi ha dato il dono della vita su questa terra e lo ringrazio per avermi portato il Carisma di Italia Solidale che mi ha trovato in una vita fatta di bugie e schiavitù dai diavoli.

Leggendo insieme ai volontari i libri che hai scritto con Maria e vedendo il dvd della Creazione e di come il bambino è nei primi 30 giorni e di come poi soffre entrando in relazione con la madre, ho scoperto che sono nata nella falsità del diavolo e non sono cresciuta bene ma anzi odiavo me stessa. Ero una bevitrice, picchiavo la gente, ero senza morale. Dopo aver letto i tuoi libri ho visto che ero fuori dalla vera vita e mi sono impegnata nella missione per trasformare la mia vita (Berna è una vedova analfabeta che ha fondato da sola una missione). Ho cominciato a portare questa missione anche dove vivo formando le comunità per far sì che i bambini possano crescere nell’amore, non come è capitato a me cioè nella sofferenza e senza amore dei miei genitori e senza amore verso di me.

 

Sto facendo di tutto perché le famiglie del mio paese possano leggere e vivere i tuoi libri per poter rispettare se stessi le loro famiglie e vivere nell’amore di Dio. Faccio tutto ciò con l’amore di Dio e con lo Spirito Santo. Per salvare la vite delle persone che sono molto ferite devo continuare a essere missionaria perché non voglio che i miei bambini odino se stessi ma devono sapere che sono stati creati a immagine di Dio nell’amore Faccio tutto nell’ Eucarestia col Padre, il Figlio e lo Spirito Santo, voglio essere fedele a Dio come Abramo prima del suo unico figlio Isacco, per amare le persone instancabilmente. Ringrazio i volontari Anna Fanuele, Paolo Fortunato e Stefano Russo, Scovia della missione di Kabale e tutti coloro che sono impegnati in questa missione per stare con Dio con se stessi e nella carità Qui nella missione di Ntungamo stiamo leggendo i libri a casa, nella comunità e nella zona e abbiamo formato una seconda zona.

Abbiamo anche i donatori locali che abbiamo scelto per aiutare i nostri bambini insieme ai donatori italiani. Il mio donatore locale si chiama Alice e prego tanto per il mio donatore italiano che sono le sorelle Rosanna e Rita che sono una grande Grazia di Dio.

Prego che possiamo rimanere saldi in questa missione piena di benedizioni servendo la volontà di Dio. Prego la Madonna che ci continui a sostenere in questa grande missione.

Buona Pasqua!

Bernadette, volontaria della missione di Ntungamo Solidale