Generale : Lettera per la Resurrezione personale e comunitaria in Cristo nella Pasqua del 2020 scritta da Padre Angelo Benolli per tutti coloro che partecipano al Mondo Solidale
Thursday, 09 April 2020 13:03

Lettera per la Resurrezione personale e comunitaria in Cristo nella Pasqua del 2020

scritta da Padre Angelo Benolli

per tutti coloro che partecipano al Mondo Solidale

"DA DOVE NASCE QUESTA LETTERA"

Carissimi:

1)  Ognuno di noi è stato creato dal Padre Eterno, per essere testimone del Suo Amore insito nelle energie della nostra vita personale, contenute nel sigillo di Dio, o Io Potenziale. Purtroppo poi ognuno di noi nella sua infanzia ha registrato sui nervi tutto quello che ha sperimentato, che ha incontrato. Eravamo solo persone con Dio, nei primi 30 giorni della nostra vita, poi abbiamo incontrato, nella madre, nella famiglia, nella scuola, nella falsa spiritualità e nella falsa cultura corrente, tutto quello che non era secondo la creazione del Padre e nelle vere necessità della nostra vita. Poiché i nervi tutto registrano e non cambiano, per tutto questo vissuto di falsità e non amore, come in tutta la storia è successo, ognuno di noi ha perso l’amore di Dio, si è riempito di falsità culturali e religiose, che sempre andavano contro la dignità della propria persona, contro la dignità di Dio Padre e per questo si registravano interiormente ogni genere di falsità che colpivano la nostra fede, la nostra anima, la sessualità, lo spirito e il corpo; causando in noi ogni genere di sofferenza spirituale e corporale.

2)  Innanzi a tutto questo il Padre ci ha mandato una Madre senza negatività, senza dipendenze e diavoli che è la Madonna, nuova madre e nuova stirpe e da essa ha potuto nascere fra di noi Cristo, Dio Uomo. Cristo è venuto tra di noi per far fuori ogni negatività, diavoli e malattie, perché nonostante tutti i nostri mali, potessimo ritornare al Padre e a noi stessi, fuori da ogni riduzione umana e diabolica. Dice Cristo: “Sono venuto a portare il fuoco, e voglio che s’accenda, per questo non sono venuto a portare la pace ma la spada, la divisione. Sono venuto a portare il figlio contro la madre e il padre e i fratelli; e chi non sceglie me prima del padre, la madre e i fratelli non è degno di me, perché senza di me non potete far nulla”. Senza Cristo non possiamo tornare al Padre, è necessario tornare al Padre come Abramo. Senza Cristo non possiamo entrare nel nostro inconscio e con il Suo sangue far fuori ogni genere di diavoli, malattie e negatività. Per questo San Paolo dice: “Per me vivere è Cristo. Non sono più io che vivo ma è Cristo che vive in me.” Solo in Cristo crocifisso ma risorto, ognuno di noi da sempre, ma anche oggi, può ritrovarsi risorto come ci ha creati il Padre, e liberi dai diavoli, come la Madre comune assunta, così vivere la nostra libertà nella verità e carità dello Spirito Santo. Come la Madonna che, senza diavoli, dallo Spirito Santo concepisce il Cristo e con il Padre e il Cristo, ha sempre l’anima che magnifica il Signore, ha un sesso nell’amore e il corpo sano tanto che non muore. Poiché poi, come nella Madonna, le forze di Dio Padre, Figlio e Spirito Santo portano solo loro il sesso all’amore e ci hanno creati liberi da riduzioni umane e diaboliche, sempre, quando come la Madonna stiamo nella Grazia Creativa del Padre, redentiva del Cristo Risorto, e nella Potenza dello Spirito Santo, allora anche noi come Lei non moriremo. Così vivremo il Carisma della verità, carità e libertà di Dio Trinitario nella nostra vita e saremo allora veri missionari, liberi, convertiti per il mondo di oggi. Solo con queste basi saremo liberi e credenti e potremo formare vere comunità, salvare i bambini, fare i gemellaggi ed avere le vere e uniche forze creative del Padre, della Madre, del Cristo e dello Spirito Santo, personalmente con noi e così essere nella vera carità e testimonianza di vera vita, carità e libertà nel mondo falso, diabolico, globalizzato sul potere e denaro del mondo di oggi.

3)  Ecco perché vi ho scritto, e vi auguro buona Pasqua di Resurrezione nel Carisma di Mondo Solidale. Grazie ad ognuno di voi. Nessuno dipende da nessuno e come la Madre, nel Padre, Figlio e Spirito Santo, stiamo con Dio Trinitario come Abramo, e testimoniamo missionariamente tutto questo, uniti per far fuori i “Coronavirus” del mondo di oggi. Pregate, amate e leggete i miei libri. Buona Pasqua 2020.

Roma 19 Marzo 2020

Padre Angelo Benolli (Fondatore e Presidente di Italia Solidale – Mondo Solidale) 

- - - - - 

“DA DOVE NASCE LA LETTERA” 

Durante questa “pandemia”, continuiamo a pregare per il mondo, in modo particolare per tutte le famiglie di Italia, Africa, India, Sudamerica coinvolte con “Mondo Solidale - Italia Solidale del Volontariato di Sviluppo di Vita e Missione”.  Siamo vicini a tutti! E’ un momento in cui si cercano risposte, si sente il desiderio di avvicinarsi a Dio e partecipare alla Pasqua di Resurrezione.

Ma, per farlo, dobbiamo trovare una cultura di vita nuova, che veda e risolva le contraddizioni della nostra cultura secolare che colpiscono le persone nella fede, nell’identità, nella capacità di amare, lavorare bene ed essere solidali.

Davanti a questa esigenza, cogliamo tutto il valore dell’esperienza di P. Angelo in 89 anni di vita e 61 di servizio come sacerdote, missionario, scienziato e antropologo. Egli, per grazia di Dio, ha sempre percepito la primazia di Dio con la sua persona per l’amore. Per tutelare questa grazia, sin da bambino, non si è mai adattato a niente e a nessuno. In 54 anni d’incontri con le persone, per molte ore ogni giorno, ha visto che ogni persona è ferita nella fede, nell’anima, nel sesso, nei nervi, nel corpo e nella mente e che queste ferite non sono coscienti e vengono dall’infanzia. Davanti a ciò ha visto l’impotenza della scienza senza Dio e senz’anima e della fede che non entra nella vita e non si è adattato alle riduzioni millenarie. Così, studiando per 4 anni il bimbo intrauterino e, passando anni da solo con Dio come Abramo nel servizio agli altri, ha sviluppato una nuova e completa antropologia, coerente con la creazione del Padre, con la Croce e Resurrezione di Cristo, con l’opera dello Spirito Santo e con la maternità della Madonna nell’inconscio di ogni persona. Questi contenuti sono espressi nei suoi oltre 10 libri e documenti e sintetizzati nei suoi DVD sulla Creazione e sul Virus, realizzati anni fa e più che mai attuali in questa epidemia di “Coronavirus”.

Nel video sulla creazione si vede il concepimento del bambino. La forza di Dio entra, non c’è più l’ovulo e lo spermatozoo, c’è una persona nuova, con le cellule germinali totipotenti, immortali e sessuali, senza il DNA dei genitori. Per 30 giorni, il bimbo si relaziona con la madre, è sostenuto solo dalla “forza epigenica” (fuori dai geni) in cui c’è solo Dio e la persona. Al formarsi del cordone ombelicale, il bimbo comincia a soffrire moltissimo perché sente il contrasto tra ciò che vive con Dio e ciò che sperimenta con la madre, portatrice incosciente dei condizionamenti secolari. Questi contrasti s’incidono sulle cellule nervose che tutto registrano e non cambiano, per cui il passato si ripete nel presente. La sofferenza passa sul corpo e poi sulla mente.

Questo stato indebolisce la persona e fa entrare i Virus: è quanto si vede nel secondo video di p. Angelo. Il Virus non ha vita propria, deve entrare nelle cellule e “sfruttarne” l’energia. Pone quindi in essere una serie di diabolici inganni con cui aggira tutte le difese della cellula, arriva al suo nucleo e la induce a riprodurre miliardi di altri virus e ad autodistruggersi. Così i Virus si moltiplicano e invadono le altre cellule. Nel video si vede anche la realtà degli “anticorpi” che l’organismo produce in base a “segnalazioni” delle cellule invase. Questi hanno la potenzialità di distruggere i Virus. Qui p. Angelo coglie la realtà della “forza epigenica” presente in ogni cellula, che sempre vince se la persona permane nella sua radice che è Dio.

Ma come ritornare a Dio? Qui risalta tutto il valore di un’altra grandissima scoperta di p. Angelo: “Il nuovo potere di Cristo” che ci salva, ma solo se collaboriamo con Lui, prendendo la nostra croce con la Sua, testimoniando, amando i fratelli e risorgendo con Lui.

Sulla base di questo “Nuovo Sapere e Nuovo Potere” in Cristo p. Angelo, ha sviluppato un nuovo modo di far missione e “adozione a distanza” che è prima di tutto autentica relazione in un “gemellaggio eucaristico” che riassume in due semplici parole: “giardini e bambini”. Si tratta di una realtà immensa che ha già salvato più di 2.000.000 di persone nel Sud del mondo ed in Italia! Nei giardini (piccole comunità) le persone s’incontrano settimanalmente con i suoi libri, condividono, pregano, superano le “identificazioni negative”, sono missionarie con le famiglie del loro territorio e salvano famiglie e bambini più bisognosi degli altri continenti, collegandosi in una comunione mondiale.

Per sostenere le famiglie Italiane, Africane, Indiane e Sudamericane del “Mondo Solidale” e tutte le persone che lo desiderano a vivere questa esperienza di “Pasqua”, fuori da ogni virus, p. Angelo ha scritto la forte lettera che vi presentiamo.

Roma, 09/04/2020

Antonella Casini