Generale : Lettera di ringraziamento da Sao Joao - Brasile a Padre Angelo Benolli
mardi 19 mai 2020 12:59

Lettera di ringraziamento dalla missione di Sao Joao - Brasile

Io ti scrivo con molto amore perché solo grazie ai tuoi libri che oggi finalmente io mi amo.

Caro Padre Ángelo, mi chiamo Francisca Cruz da Silva, sono una persona degna della missione di Sao João Solidario, dove c’è anche Leuvan il volontario della nostra missione che è venuto in Italia. 

Io ringrazio Dio per te e ti scrivo per ringraziarti di tutto il tuo amore per noi brasiliani. Sono rimasta così toccata dalla tua lettera di amore e carità per i poveri brasiliani. In tutta la mia vita non ho mai sentito un amore così grande. Inoltre la tua concretezza e questa carità che ci arriva dal cielo è una grazia, il contributo di 600 euro che tu hai deciso di donare è un altro segno grandissimo della grandezza di questa missione per i poveri, ti ringrazio per la tua forte identità di uomo, sacerdote e profeta, grazie! 

Ringrazio Dio per averci donato un profeta come te, che vuoi bene e ti relazioni con i poveri del mondo con tutto questo amore. Le tue lettere, i tuoi libri e i tuoi documenti, sono pane vivo e ci aiutano ancor più in questi giorni così duri! In questo momento difficile che stiamo vivendo per il coronavirus, noi stiamo vivendo solo grazie al Carisma e ai preziosi contenuti mai visti e per questo mai vissuti. Qui c’è paura, confusione, assistenza che fa molto male, sessualità perduta nella carne e relazioni confuse e deboli, in questo tempo ancor più si vedono le difficoltà che ognuno vive.

Tutto quello che abbiamo intorno è disturbato e pieno di diavoli. Questi contenuti forti e veri nessuno ce li ha, nessuno ha mai visto nulla nei secoli dell’anima staccata da Dio e della sessualità ridotta e sudicia che fino a ieri ha sempre disturbato la mia e nostra vita. Nessuno prima d’ora ha mai vissuto il Carisma. Oggi grazie a te noi abbiamo scoperto che siamo stati creati ricchi, ricchi nell'amore di Dio! Che possiamo amare di Cristo crocifisso e riconoscere il vero amore.

 

Nei tuoi libri ho scoperto di essere creata persona, persona vera e piena di forza e che sono stata creata missionaria per amare finalmente me e Dio e i miei fratelli bisognosi nello Spirito e nel Corpo. Noi siamo qui in Brasile ma in comunione con te e i fratelli del mondo in unità come il Carisma chiede. Con questa esperienza eucaristica di vera vita e carità sento che facciamo fuori tutti i diavoli e che tutto andrà bene e nessun virus può disturbarci.Dobbiamo sperimentle padre, giglio e spirito sancto Dio sta dentro di noi e noi per questo siamo tutti Suoi Figli. Siamo stati chiamati a vivere questo Amore e a testimoniarlo al mondo. Maria nostra madre è sempre qui con tutti noi, e sento che è con te. Dio ti benedica e ti ringrazio per il tuo immenso amore. 

Io ti scrivo con molto amore perché solo grazie ai tuoi libri che oggi finalmente io mi amo. Sono stata una bambina molto triste e sono diventata una donna molto arrabbiata con Dio per tutto quello che vivevo, ho vissuto facendo cose che non volevo fare ma che alla fine facevo. Sono nata in una famiglia molto povera i miei non sapevano né leggere né scrivere, mia madre mi picchiava molto eravamo 6 figli e altri 3 bambini che erano miei cugini perché la madre era morta di parto, in tutto eravamo 9 figli cresciuti a pugni e a calci. Mio padre era migliore ma molto assente, aveva molte donne, ma ciò non ci impediva di amarlo. Mia madre maltrattava tutti, ci diceva di andare a prendere noi stessi la frusta nella boscaglia perché ci potesse picchiare, eravamo terrorizzati da lei. A volte ci portava in chiesa ma dopo le molte sofferenze con mio padre, ha aderito alla macumba, ha usato la stregoneria, a mio padre non gli piaceva, ma dopo molto tempo è finito nella macumba con lei. Tante volte mio padre se ne andava, poi tornava e piangeva tenendoci abbracciati.

Oggi tutto questo lo capisco e lo vedo con occhi nuovi cogliendo con il carisma tutte le mancanze d’amore che i miei vivevano non per colpa e che avevano una sessualità distrutta e anche io ho ripetuto questo con mio marito. Ho iniziato a lavorare a 7 anni nelle case per fare le pulizie erano persone amiche di mia madre e lei si fidava di loro ma io sono stata molte volte abusata e non parlavo perché avevo paura a dirlo a mia madre, di essere ritenuta io la colpevole degli abusi. Così sono passati gli anni e sono arrivata alla convinzione che un uomo più grande mi avrebbe potuto fare felice, così a 16 anni sono andata a vivere con il padre del mio primo figlio ma sono rimasta con lui solo un mese per le violenze terribili che mi faceva. Ho chiesto aiuto a mio cugino (mio fratello adottivo) che mi ha accolto con amore ma non aveva modo di provvedere sia a me che a mio figlio, così confusa e persa ho deciso di lasciare mio figlio a lui e alla moglie e di andare a lavorare in città.Sono diventata lo scandalo della famiglia che mi giudicava perché non ero rimasta in casa con il mio compagno, mio padre veniva spesso a trovarmi ubriaco e mi offendeva per quello che avevo fatto.

Nel mezzo di tutto ciò, ho persino cercato qualcuno che mi aiutasse spiritualmente, ma non è stato come pensavo quello che guadagnavo nella casa dove lavoravo era poco, per questo non potevo pagare la decima e mi vergognavo, non ho mai avuto l'offerta giornaliera e la decima della fine del mese e per questo sono stata molto giudicata dal prete e dai fedeli e per questo ho smesso di andare in chiesa. Di nuovo pensai che un altro uomo anziano mi avrebbe reso felice. Così mi sono messa con mio marito 13 anni più grande di me e ho abbandonato definitivamente mio figlio perché tutti mi hanno fatto credere che un bambino mi avrebbe disturbato, ho lasciato mio figlio che aveva 9 mesi a mio cugino e la moglie e lui adesso è adulto e non mi ha mai perdonato. Con mio marito ci siamo fatti molto del male con molti tradimenti e tante volte mi sono persa e svenduta per vendetta verso di lui che mi tradiva. Tante cose che vivevo erano proprio nel disordine ma nonostante questo io cercavo una strada in Dio, un giorno su questa mia richiesta Leuvan mi disse che c’era Italia Solidale che stava portando una proposta e mi chiamò a partecipare. Ho assistito al primo incontro che Anna ha fatto qui e dove ho visto il video del bambino intrauterino, sono rimasta così colpita e da quel giorno non sono più andata via.

Da quel giorno Dio ci ha benedetto in mille modi e le storie delle famiglie qui, come la mia, hanno avuto un grande cambio e benedizione, ringrazio Dio e te immensamente per questo. Oggi sto impegnata nella missione e per Dio e vivo solo in Lui. Questa è la mia storia che senza il Carisma non avrei mai potuto capire e risolvere, mi impegno ogni giorno per stare solo con la vera Madre, con Gesù e con Dio, e amarmi uscendo dalla testa e dalla ragione e accogliere la volontà di Dio con tutto il cuore. Da un anno la mia vita è cambiata moltissimo, sto entrando e riparando con l’Amore la mia anima, la mia sessualità e anche se c’è tanto lavoro da fare sento una gioia immensa e sono missionaria. Sto affrontando molte cose per vivere questa vita come Dio vuole, ma sono ben felice di farlo perché come dici tu i diavoli sono una benedizione. Ho deciso anche di essere una donatrice per riscattare un bambino dalla morte, per riparare l’abbandono di mio figlio e per partecipare a questa immensa esperienza di Carità che Dio per mezzo tuo sta donando al mondo. Vorrei dirti molto altro e spero un giorno di farlo incontrandoti, nel frattempo mi impegno qui insieme agli altri degni per completare la missione, testimoniare alle famiglie e insieme a loro testimoniare ad altri donatori e essere veri missionari per amare come vuole Dio e guarire le nostre profonde malattie.

Ti ringrazio anche per aver inviato Anna in Brasile che come lei ci ha raccontato sostenuta da te ha affrontato tante cose prima di arrivare a noi, la relazione con lei ci aiuta molto con la sua testimonianza d’amore che ha verso noi tutti e per le tue lettere e le traduzioni dei tuoi audio che con Elisa ci mandano. Grazie, vivere questa comunione per me e noi è proprio una cosa nuova, una vera famiglia nel mondo. Ti ringrazio Padre Angelo a nome di tutte le famiglie di Sao Joao Solidario dal Maranhao Brasile

Francisca, Sao Joao, Brasile Solidale