Generale : Lettera di ringraziamento da Villa Rica - Colombia a Padre Angelo Benolli
Wednesday, 29 July 2020 14:36

Lettera di ringraziamento dalle missioni di Villa Rica - Colombia

Sono riuscita a vedere i tanti diavoli che ci sono dentro di noi e quanto male possiamo fare senza renderci conto se non vediamo e risolviamo con Cristo tutta una storia d’identificazioni negative inconsce che si sono tramandate di generazione in generazione a causa di culture ingannevoli che hanno schiavizzato le persone e che si sono incise sui nostri nervi

Caro p. Angelo oggi ringrazio Dio ancora di più fortemente, per i tuoi libri che sono l’unica verità che ho conosciuto negli anni e che oggi, in questo periodo del coronavirus, sono l’unica cosa che ci ha mantenuto uniti a Dio e fermi nella Carità con la missione. Il Carisma è vero non solo nel tempo del coronavirus, ma per la vita intera. Grazie a questa cultura che Dio ti ha fatto percepire e sviluppare e che tu ci hai donato, ho potuto vedere la gran dipendenza che c’era nella mia via e come sono sempre stata sostituita in tutto. Ma grazie alla meraviglia dei tuoi libri e alla comunità ho potuto percepire la grandezza della creazione e la meraviglia di Dio in ognuno di noi. Ho percepito la forza meravigliosa che Dio ha posto in tutti noi.

Sono riuscita a vedere i tanti diavoli che ci sono dentro di noi e quanto male possiamo fare senza renderci conto se non vediamo e risolviamo con Cristo tutta una storia d’identificazioni negative inconsce che si sono tramandate di generazione in generazione a causa di culture ingannevoli che hanno schiavizzato le persone e che si sono incise sui nostri nervi. Io, in modo particolare, sono nata in un luogo conosciuto come la “culla della schiavitù del Sud America”, dove c’era il più grande mercato degli schiavi importati dall’Africa. Qui, in 3 secoli, hanno portato e “venduto” centinaia di migliaia di africani, li hanno schiavizzati, massacrati come avevano già fatto con gli indigeni nativi del territorio.E tutto questo è rimasto in ogni angolo di questa terra e nei nervi delle persone per secoli, provocando immenso dolore e sofferenza. Le persone, non potendo e non sapendo come affrontare questa situazione e specialmente la loro sofferenza inconscia, si sono perse nell’alcolismo oppure hanno ripetuto questa violenza nelle loro famiglie. Non a caso qui, l’80% dei bambini nasce da una madre sola.  

Ma grazie a Dio e al fare comunità con i tuoi libri, p. Angelo, oggi, in questo territorio, siamo già migliaia di famiglie che siamo riuscite a vedere che la Vita è immensamente più grande più di una storia di schiavitù e che prima di tutto c’è Dio che ci crea liberi, indipendenti e pieni di forze d’amore. Oggi secondo le statistiche e i resoconti politici e socio-economici, la schiavitù è stata abolita, ma questa è un’altra delle tante bugie, perchè la nostra terra è invasa dalle multinazionali della canna da zucchero, che hanno preso tutte le nostre terre, e dalle industrie farmaceutiche e automobilistiche che schiavizzano le persone, fanno perdere loro la dignità e distruggono le famiglie. L’unica alternativa al lavorare per una multinazionale è il narcotraffico o la guerriglia. Questa è la moderna schiavitù in cui sono coinvolte centinaia di migliaia di persone. Però, grazie a Dio, oggi le nostre famiglie hanno compreso finalmente la schiavitù e la perdizione che queste multinazionali portano. E s’impegnano sempre più a formare comunità eucaristiche degne, che rinascono con la cultura di vita contenuta nei tuoi libri, documenti e video. Nel capannone scambiamo i nostri prodotti e così usciamo dalle multinazionali. Siamo missionari trovando donatori locali per i bambini africani ed abbiamo relazioni con le loro famiglie, come con le famiglie italiane e le comunità intercontinentali e interstatali. Con i “gemellaggi” e con la cultura dei tuoi libri troviamo quell’Amore e quel rispetto che è l’unico che può salvarci.

Sono 5 mesi che stiamo in quarantena. Cinque mesi fa, nel nostro territorio ancora non c’era il coronavirus, ma le autorità hanno messo lo stesso le restrizioni e la gente non poteva uscire, non poteva incontrarsi, era difficile portare avanti le nostre attività produttive, ma con molta prudenza, stavamo incontrandoci lo stesso e facendo scambi di prodotti. Nelle ultime due settimane ci sono stati molti casi di persone affette da Coronavirus e ora il nostro territorio è invaso dal Virus. Ma io do grazie a Dio perchè risulta che tutti questi contagi sono venuti sempre dalle fabbriche delle multinazionali. Questo è stato un grande segno per tutti. Le famiglie della missione hanno percepito con ancora più profondità la cultura di sviluppo di vita e missione e che “La vita non s’inganna”. Anche se in questi giorni è molto difficile riunirci, lo spirito si muove e rinnova e tutte queste famiglie si stanno manifestando e reclamano i loro spazi: è una gran manifestazione di forza e libertà. Ora stanno chiedendo che queste imprese multinazionali chiudano e se ne vadano! Giorno dopo giorno si comprende sempre più il valore della missione e si sta sempre più con Dio, fuori dalle cose superficiali. Le persone vogliono la loro dignità e la loro libertà. E lo hanno percepito grazie a questo Carisma e a te p. Angelo, facendo le comunità e i gemellaggi.

E, davanti a tutto questo,  non possiamo lasciare da parte il fatto che oggi la nostra missione si è raddoppiata, mentre, nel 2017, eravamo sul punto di scomparire perchè venivamo da una storia di non rispetto e sofferenza da parte di persone immature che ci facevano ripetere situazioni “vecchie”. Però in quel momento Dio ti ha illuminato, p. Angelo, ed hai inviato una persona impegnata e forte come Antonella Casini. Lei, con il suo temperamento forte, ci ha aiutato a vedere più profondamente le debolezze che avevamo e questo per noi è stato un fatto d’amore, come Cristo c’insegna. Anche così, lo Spirito si è manifestato e ci siamo visti come fratelli e abbiamo visto che in ognuno di noi c’è Dio e la Sua Creazione, senza negare la storia di violenza e schiavitù, però, con Dio e nel Carisma, abbiamo trovato la forza di superarla, sanando tutte le ferite che questa storia ha lasciato. Oggi siamo due missioni con 80 comunità eucaristiche in sviluppo e missione continua, che vanno avanti percependo, partecipando e permanendo nella Vita e salvando la vita dei bambini.

“MOLTE GRAZIE P. ANGELO”: questo è quello che ripetono continuamente le famiglie, grazie per questo amore così grande di averci fatto vedere il vero Padre, la vera Madre, Maria. Che con Gesù ci mostra la forza e il valore della Libertà e la grandezza dell’Amore. “OGNI GIORNO AVANZIAMO SEMPRE PIU’ E LA NOSTRA META E’ CHE SIAMO TUTTI IN DIO E CON DIO NELLA PIENEZZA DELLO SPIRITO SANTO”.

Con infinita gratitudine

Maria Fernanda Zapata Milan, Villa Rica, Colombia Solidale