Generale : Il malessere degli italiani, ben oltre il Covid - di Antonella Casini e Padre Angelo Benolli
03-09-2020

Il malessere degli italiani, ben oltre il Covid

scarica il PDF

Estate 2020: giovani in discoteca, persone in viaggio, divertimento “senza pensieri”. Così il Covid 19 è tornato. La paura domina. Nessuno sa cosa fare. Ma la fragilità non viene dalla pandemia. Da almeno 30 anni l’Istat e il Censis registrano il grave e crescente malessere degl’italiani. L’emergenza non è solo sanitaria. Non a caso, il presidente Mattarella afferma: «Siamo chiamati a ripartire con maggiore qualità, con più forte coscienza di comunità, con un nuovo sviluppo che rispetti la natura e superi le discriminazioni sociali». E Mario Draghi, ex presidente della Banca centrale europea, dice che se vogliamo avere un futuro, dobbiamo investire molto di più nei giovani. Ma come? Con quale cultura? Da secoli, in Italia e in Europa, si mette il potere, il denaro, il sesso senz’amore prima di Dio e della persona. Nonostante la tradizione cristiana, c’è sempre stata la dipendenza dell’uomo dall’uomo, ci si è affidati alla sola “ragione” per vivere. Così si è sviluppata una scienza senza Dio e senz’anima e una spiritualità che non entra nella vita. Sono stati due micidiali errori. Lo dimostra la storia: piena di violenze e guerre, di malattie della psiche e del corpo che non si riescono a sconfiggere. Perché?

 

Tutto questo non viene da una colpa cosciente. Oggi sappiamo che il 90% delle nostre forze sono inconsce e irrorano con il loro modo d’essere la mente. Ma l’inconscio ancora non si conosce. Questa è la vera emergenza! In 89 anni di vita e 54 anni d’incontri quotidiani, con moltissime persone di ogni cultura e religione, come sacerdote, missionario, antropologo e scienziato, Padre Angelo Benolli ha visto e risolto questa emergenza. La sua esperienza ha un valore inestimabile perché non si è mai adattato alla scienza atea e alla fede disincarnata, a costo di restare per anni solo con Dio, come Abramo, nel servizio agli altri. Con l’aiuto di Dio, ha sviluppato una nuova e completa cultura con grandissime novità scientifiche e antropologiche. Ne elenchiamo brevemente alcune: il cambiamento dell’inconscio di Freud con l’Io potenziale che contiene l’Albero della vita con le meravigliose forze di Dio, anima, sesso, nervi e corpo tutte interconnesse. Queste forze inconsce sono il 90% delle nostre energie e irrorano la mente cosciente che è il rimanente 10%. La scoperta dell’amore come rispetto e scambio di rispetto delle forze dell’Albero della vita, nel tempo e nel modo giusti.

La scoperta delle identificazioni negative che si producono per mancanza d’amore e che s’incidono sulle cellule nervose che tutto registrano e non cambiano, per cui il passato è presente. La riscoperta del “Nuovo Potere di Cristo” che ci salva dai diabolici inganni inconsci, ma vuole che li vediamo e collaboriamo, prendendo la nostra croce con la Sua. La scoperta dei “giardini”: comunità di 5 famiglie dove le persone s’incontrano settimanalmente con i suoi libri, per esprimersi, condividere, pregare e sostenersi in un cammino di sviluppo di vita e missione. La scoperta dei “gemellaggi” mondiali: scambi intensi e veri di vita tra le famiglie dei “giardini”, collegate tra loro con un nuovo modo di fare adozione a distanza. Questo meraviglioso insieme culturale e missionario ha già salvato centinaia di migliaia di bambini e famiglie dalla fame del corpo in Africa, India e Sudamerica e dalla fame dello spirito in Italia. I libri, i documenti e i video di Padre Angelo hanno permesso a più di 2 milioni di persone nel mondo, di uscire dagl’inganni secolari, ritrovare se’, Dio, la capacità di ben amare e ben lavorare essendo sussistenti, solidali e missionari. Ci sono migliaia di testimonianze. Questa nuova cultura di vita e questa comunione mondiale sono il futuro dei giovani e dell’umanità.

Antonella Casini

---------------

Lo Spirito nasce dall’amore, cresce nell’amore. Solo lo Spirito produce vita e amore

È tempo che ci si liberi da ogni materialismo, legalismo e psicologismo. Quanta schiavitù, malattia e riduzione di vita si è prodotta nei secoli sovrapponendo false culture alle forze di base dell'uomo! La persona trascende la mente, la legge, la materia, la cultura, la storia. Quando però la persona non è sviluppata si perde nella mente, nella legge, nella materia, nella cultura, nella storia. La Sacra Scrittura afferma che Cristo è stoltezza per la mente e scandalo per le leggi: Egli è persona incarnata che lotta contro il male fino alla morte di Croce, poi risorge e fa risorgere. Nella storia e nella cultura il messaggio di Cristo è stato spessissimo tradito. Come si può negare che ogni persona è creatura di Dio? "Dio è amore", dice la Scrittura, "chi sta nell'amore rimane in Dio e Dio in lui", "chi non ama sta nella morte". Che dire allora di tanta scienza che si arrocca sull'ateismo, sul biologico o sulla dimensione psichica-mentale?

Che dire quando si fa prevalere l'avere sull'essere, il potere sul servizio, il sesso sull'amore? Cosa succede alle energie personali continuamente bombardate da queste forze prive di Dio e d'amore? Come vi può essere amore senza Spirito? Come vi può essere Spirito se tutto è falso: “Ragione”, “legge”, “materia”? Il benessere materiale è lontano dal benessere spirituale come il giorno dalla notte. La Pace è solo frutto del benessere spirituale. E il benessere spirituale lo si trova e sperimenta solo nel pieno sviluppo della vita. L'ordine del vivere, la qualità della vita, lo sviluppo della vita, la libertà e la forza della vita si sperimentano solo nell'amore: non nell'istruzione, non nella discussione, non nella sottomissione, non nella riduzione. Colui che non ha Spirito non può relazionarsi: in proporzione alla sua mancanza di spirito, egli deturperà tutto ciò che pensa o che incontra. Oggi, con tutta la nostra razionalità, istintività e legalità, ci siamo ridotti a essere molto deboli, incapaci di vera lbertà, di vera gioia, di vera forza, di autentico amore. Ci siamo ridotti a essere terribilmente apatici, confusi, pieni di disperazione, violenza e malattia. Anche quando si cerca uno svago, è più spesso una droga che un ristoro e un incontro d'amore.

Non si sa più autenticamente vivere, ridere, cantare, pregare. Tutto questo perché lo spirito della persona, che trascende il mondo, è stato separato da Dio e quindi dalla sua stessa natura. La vita non s'inganna. Oggi più che mai siamo chiamati a convertirci, a riparare tutto il male secolare che si è accumulato sulle nostre cellule. Se vogliamo sopravvivere e non am­malarci spiritual­mente, mentalmente e corporalmente, dob­biamo riparare tutte le falsità orgogliose, ma ignoranti dell'uomo. Sono secoli che l'uomo crede di essere al centro del mondo: secoli di falsità e sterminio della vita; secoli di idolatria al potere e al denaro. Sono secoli che l'uomo professa una Fede o una religiosità distaccate dalla vita. Sono secoli che le nostre persone sono avvelenate da false educazioni, false culture, false relazioni. Sono autenticamente morali le scienze che abbiamo, gli interessi che viviamo, le relazioni che incontriamo? Sono in autentico servizio alla propria e altrui vita? Vi può essere una morale senza il servizio alla Verità creata da Dio? Vi può essere amore quando si degrada, si deturpa, si inganna Dio o la Vita che Lui ha creato? Quanta umiltà dovrebbe avere l'uomo per essere uomo!

Quanta umiltà dovrebbe avere l'uomo per entrare nello spirito d'amore all'uomo! Ma come può essere umile chi è senza Dio? E se non si è umili, come si può essere veri e servitori del vero? E senza verità, come vi può essere libertà, relazione e amore? È necessario rigenerare le forze dello spirito. È necessario rigenerare l'amore. Solo l'amore rigenera e risolve la moltitudine dei mali, ci porta alla libertà e alla pienezza della vita. La Sacra Scrittura dice che chi non ama sta nella morte. La morte è la non vita. Nessuno vive senza l'amore. La forza dell'amore è frutto dello Spirito, dell'immagine e somiglianza con Dio che è amore. Per questo Dio ci ha creati maschi e femmine, capaci di amare prima che di pensare e lavorare. Tutelare, testimoniare queste qualità interiori dello spirito è la gioia, la salute e la pace della nostra vita.

Padre Angelo Benolli (Fondatore e Presidente di Italia Solidale – Mondo Solidale)  dal libro "Uscire da ogni inganno"

Dal sito IlCaffe.TV