Documenti del fondatore : PER LA LIBERTA’, LA DIGNITA’ E L’INDIPENDENZA DEI POVERI
Sábado, 16 Enero 2016 15:15

PER LA LIBERTA’, LA DIGNITA’ E L’INDIPENDENZA DEI POVERI

  1. Ho la gioia di comunicare con tutti voi, famiglie e comunità di Africa, India, Sud America e Italia e ringraziarvi per il vostro grande spirito e per l’immensità di vita e missione che, per grazia di Dio, stiamo vivendo insieme.
  2. È una grazia che ci permette di vivere, sperimentare e testimoniare tutto l’ordine, il silenzio, la luce, la fede, la preghiera e la carità per ritrovare pienamente noi stessi, Dio e sane relazioni con gli altri e risolvere in Dio tutti i condizionamenti secolari inconsci che sempre provocano morte e sofferenza, specie tra i bambini.
  3. Tutta questa esperienza è un dono dello Spirito Santo per il Mondo di oggi ed è molto concreta nella realtà di ciascuno di noi ed espressa nei miei 10 libri e nei documenti che ho scritto.
  4. Tutta questa immensità sintetizzata in pochi e semplici punti, che tutti voi conoscete e che avete letto nei vari documenti e vi state impegnando a vivere nella vostra vita, nelle vostre famiglie, nelle vostre comunità, nelle vostre zone e nelle vostre missioni, è sempre in comunione con la linea unitaria di Spirito di Italia Solidale – Mondo Solidale.
  5. Nella semplicità, ogni famiglia della comunità si impegna nello Spirito e nella pratica ad a) incontrarsi settimanalmente in comunità di 5 famiglie degne con i libri da me scritti e la preghiera comunitaria; b) individuare per ogni due comunità, d’accordo con il volontario di Italia Solidale a voi collegato, una persona degna che sostiene la vostra comunità nella completezza della missione; c) fare in modo che le comunità di zona ogni anno formano due nuove comunità nel Carisma; d) vivere tutti gli altri punti missionari che già conoscete e che sono espressi nei vari documenti e lettere che vi ho inviato ed in particolare nei documenti “il Carisma da vivere e proporre” “Nuovo Sapere e Nuovo Potere” “Ordine umano e missionario”. 

 


  1. Tra tutti gli aspetti della missione, in questo momento il Signore mi chiama e ci chiama a cogliere, vivere e realizzare la grandiosità che ogni anno una famiglia della comunità possa sperimentare il far fare l’adozione ad una persona degna del posto
    . È lo Spirito Santo oggi che attraverso il semplice movimento del far fare l’adozione vuole riempire ognuno di noi di grande dignità e liberta e con questa pienezza di libertà e dignità salvare l’umanità per non far morire i bambini, ma soprattutto facendoci partecipare al potente miracolo di Eucarestia, libertà e carità universale.
  2. Se l’adozione intercontinentale è già stata un vero miracolo di moltiplicazione perpetua dei pani e dei pesci nel nostro tempo, l’adozione da far fare ad un donatore del posto lo è molto di più.
  3. Dopo aver ricevuto l’adozione e dopo averla fatta, nel 2016 una prima famiglia di ogni comunità si è impegnata con gioia per farla fare, trovando un donatore locale. Se ancora non trovato, nello Spirito impegnatevi per provvedere immediatamente a trovarlo.
  4. Adesso, la seconda famiglia della vostra comunità si impegna a trovare il donatore locale per il 2017 entro Settembre 2016.
  5. Così, entro Settembre 2016 avremo sia l’adozione fatta fare dalla prima famiglia che quella fatta fare dalla seconda famiglia. In seguito lo farà anche la terza, la quarta e la quinta famiglia. Ogni famiglia farà un’adozione nei cinque anni, nei tempi e modi giusti, e poi non farà fare più altre adozioni.
  6. Sappiamo che in tutto Mondo Solidale vi sono 5.000 comunità e se ognuna delle nostre comunità realizza questa sacra missione del far fare l’adozione, avremmo 5.000 adozioni ogni anno e 25.000 adozioni in 5 anni.
  7. Dopo cinque anni e dopo che ogni famiglia ha fatto fare una adozione, non sarà più necessario trovare ulteriori donatori, ma ci sarà solo la permanente e completa Eucarestia e Carità nella qualità.
  8. Ogni famiglia della comunità sarà collegata al donatore degno locale a cui ha fatto fare l’adozione, il quale rinnoverà l’adozione di anno in anno, e sarà collegata, da noi di Italia Solidale, ad un bambino e ad una famiglia di un altro continente o stato. La famiglia dell’altro continente che riceve l’adozione e che fa già parte di una comunità, a sua volta fa fare un’adozione ad una persona vicina, che verrà collocata nella famiglia di cui ha ricevuto l’adozione. In questo modo ogni famiglia che fa fare l’adozione riceve anche l’adozione, in un grande movimento di dare e ricevere. Ogni famiglia avrà così due bambini adottati e due donatori con cui relazionarsi: uno in Italia ed uno nel Sud del Mondo.

Questa è libertà, dignità, carità e grazia di immensa comunione.

  1. È una meraviglia! Ci saranno finalmente relazioni libere, eucaristiche e missionarie di qualità tra la famiglia della comunità che fa fare l’adozione, il donatore locale, il bambino e la famiglia dell’altro continente che riceve l’adozione e che a sua volta la fa fare.
  2. Questa sarà la liberazione e l’avvenire dell’umanità da voi costituita. Tutte le relazioni tra di noi e tra di voi avranno come fondamento il Carisma, cioè la cultura di vita e missione che noi proponiamo e così possiamo realmente essere Eucarestia e Carità di Italia Solidale – Mondo Solidale nel Mondo di oggi. Da ogni continente tutti parteciperemo allo stesso modo e tutti saremo collegati nella pienezza della missionarietà come Dio ci ha creato. Saremo noi poveri di tutto il Mondo i liberatori del Mondo, fuori da ogni struttura e legge umana e così, collegati dal Carisma, ad essere veri testimoni di Eucarestia e Carità e a salvare i bambini, le famiglie, le società e le culture ridotte del Mondo di oggi.
  3. Per le adozioni del 2016 fatte fare entro il 31 Dicembre 2015 e di cui ci avete comunicato nomi e indirizzi, il sottoscritto anticipa, già a Gennaio 2016, i 300€ perché subito voglio salvare i bambini e subito voglio avviare il collegamento intercontinentale tra la famiglia, il donatore trovato ed il bambino salvato. Poi il donatore restituisce i soldi da me anticipati sul vostro conto di comunità, come già stabilito, e Italia Solidale ve li trattiene dalla prossima spedizione contabile.
  4. Per tutte le adozioni ancora non fatte fare nel 2016 e per tutte le adozioni dal 2017 in poi, sarete voi comunità a fare quello che il sottoscritto ha fatto adesso perché, mentre donate libertà e carità, allo stesso modo la riceverete.
  5. Con le vostre restituzioni, anticiperete i soldi alla persona a cui avete fatto fare l’adozione per salvare immediatamente il bambino adottato. Il donatore locale poi sempre ve li restituirà entro sei mesi sul vostro conto di comunità. Quindi è sempre tutto restituito.
  6. E’ una grazia immensa di vita poter partecipare a questa libertà e Carità universale che ci fa superare l’economia e ci fa toccare con mano che la povertà è la vera ricchezza che ci rende liberi dagli uomini per essere sempre e solo persone con Dio nella libertà e Carità.
  7. Per questo è molto importante la restituzione a voi stessi di tutto l’85% che anche quest’anno avete ricevuto e che restituirete entro Maggio 2016 a voi stessi. La restituzione a voi stessi è un modo concreto per esprimere le vostre energie personali in Dio, per essere sussistenti nello Spirito e nella pratica e poter partecipare con tutta la positività alla carità universale, come avverrà anche quando anticiperete la donazione al donatore locale a cui avete fatto fare l’adozione.
  8. Quello che avete ricevuto, come sapete, viene dai meravigliosi volontari donatori collegati ai vostri bambini e che sono coinvolti su tutto il Carisma e che vanno sempre amati e rispettati. Voi sarete sempre in relazione con i donatori italiani, con i donatori locali del sud del Mondo, con i donatori interzonali e con i donatori intercontinentali. Quello che avete ricevuto fino ad adesso viene principalmente dai donatori italiani ma nel prossimo futuro sempre di più ci saranno donatori di ogni parte del Mondo e che voi avete trovato e ricevuto.
  9. Non sempre i donatori italiani possono dare tutta la cifra che avevano annunciato. In alcuni casi interrompono l’adozione o purtroppo partecipano parzialmente, ma voi ricevete sempre quello che i donatori hanno effettivamente versato.
  10. Questo ci richiama a relazionarci con molto più Spirito con tutti loro scrivendo almeno tre volte l’anno delle profonde lettere accompagnate dalla foto del bambino adottato.
  11. Per l’immenso lavoro da parte dei grandi missionari di Italia Solidale, tratteniamo il 10% mentre per le molteplici esigenze delle missioni di Mondo Solidale tratteniamo il 5%.
  12. Tutto il restante 85% versato dai donatori è per i vostri bambini, le vostre famiglie e le vostre comunità.
  13. Voi siete delle grandi persone e delle grandi famiglie e comunità. Avrete sempre più la gioia immensa di partecipare alla grandiosità di Eucarestia e Carità universale che proponiamo e dove già contribuite con le vostre restituzioni. State già concretamente partecipando:
  14. al grande dono che Dio ci ha fatto di superare l’economia con le adozioni intercontinentali, attraverso un semplice contributo pari a € 45;
  15. alla gioia di salvare un bambino nella zona di uno stato a voi vicino attraverso l’adozione interzonale che avete iniziato e che quest’anno rinnovate con 300€. Voi sapete che la vostra zona ha fatto 10 adozioni interzonali nella zona di uno stato a voi vicino, ma nello stesso tempo avete anche ricevuto da loro 10 adozioni interzonali nella vostra zona.
  16. al fondo giustizia missionaria con il 20% di quanto avete ricevuto e restituito a voi stessi. Questa cifra però verrà sempre utilizzata per voi stessi e nello specifico:
    1. il 10% per le nuove adozioni intercontinentali che verranno attivate dalle nuove comunità, che riceveranno il dono del primo anno di 300€ come successo anche a voi;
    2. il 10% per il capannone che verrà costruito da voi nella vostra zona per i vostri incontri e per fare commercio creativo tra voi per uscire dalla schiavitù delle multinazionali.
  17. Per evitare inutili e costosi trasferimenti bancari e per rimanere semplici, sappiamo che voi siete felici che noi amministriamo direttamente per voi la quota dei punti a) b) e c) nel modo in cui abbiamo concordato e vi ringraziamo per la vostra meravigliosa disponibilità a partecipare al piano di Dio.
  18. Concretamente ricevete sul vostro conto la quota al netto della somma da noi amministrata per vostro conto, che vi è stata comunicata dal volontario di Italia Solidale a voi collegato e che potete visionare sull’estratto conto della vostra comunità. Questa cifra si somma alla quota derivante dalle restituzioni dell’anno precedente.
  19. Avete a vostra disposizione, pertanto, tutto l’85% che utilizzerete in attività creative e generatrici di reddito per esprimere i vostri talenti, essere sussistenti e restituire tutto a voi stessi entro Maggio 2016.
  20. Sia quando arrivano le donazioni sul vostro conto che quando le avete restituite a voi stessi nel mese di Maggio, siete chiamati ad inviarci copia dell’estratto conto della vostra comunità che noi a Roma visioniamo ed archiviamo.

Mantenete una stretta relazione eucaristica con me, con i volontari di Italia Solidale e con tutti  i donatori italiani, i donatori locali, i donatori intercontinentali ed i donatori interzonali.

Rimaniamo sempre persone degne, eucaristiche e missionarie come la Madonna con le nostre famiglie, comunità, zone per un’ “Italia Solidale” e un “Mondo Solidale”, per vivere la pienezza di vita indipendente e libera, con noi, con le nostre famiglie, comunità, zone e missioni, nella pienezza eucaristica con Dio e tra di noi e per realizzare, nello Spirito e nella pratica, la missione a cui Dio ci chiama per salvare l’umanità nel nostro tempo, che è quella del  far fare l’adozione nel Carisma a persone degne locali per vivere, testimoniare e diffondere una vera e autentica civiltà nell’amore, che solo i poveri possono realizzare.

 

Che il Signore vi benedica

                                                                                                                                                               Padre Angelo Benolli O.M.V

                                                                                                                                                                Presidente e fondatore

                                                                                                                                                                  di Italia Solidale – Mondo Solidale