Approfondimenti : Non possiamo ignorare che l’umanità si sta suicidando,mentre crede di star bene, perché non ha l’inconscio e non ha un’Antropologia completa
Martedì, 01 Ottobre 2013 00:00
Non possiamo ignorare che l’umanità si sta suicidando,mentre crede di star bene, perché non ha l’inconscio e non ha un’Antropologia completa
 

 

Quest’anno in 71 volontari laici, accompagnati da molti donatori, abbiamo avuto la grazia di vivere l’esperienza della missione, sul fondamento immenso del “Carisma da vivere e proporre” e dell’”Economia nel Carisma”. Questi due documenti sintetizzano l’antropologia nuova e completa sviluppata da Padre Angelo Benolli, con la Grazia dello Spirito Santo e il suo grande impegno di sacerdote, scienziato, antropologo e missionario. Padre Angelo ha espresso questa Antropologia in modo completo nei suoi 9 libri che invitiamo tutti a leggere. Su questi libri le famiglie nel sud del mondo s’incontrano tutte le settimane e recuperano gradualmente la propria identità, la propria fede e quindi la capacità di amare e lavorare bene. Questo è accaduto anche a noi e sta accadendo sempre più in tutta Italia. Questa esperienza grandiosa di comunione sul Carisma con migliaia di bambini, famiglie, comunità di tutto il mondo, ci ha fatto toccare ancora di più con mano la grandiosità e la completezza di quest’Antropologia. Ci siamo immersi ancora di più nella realtà immensa del bambino che, nei primi 30 giorni, è solo con Dio, con creatore e con redentore con Lui nell’Amore. Abbiamo visto ancora più forte che il bambino incontra da secoli tutto il contrario alla propria dignità e per questo miliardi di persone sono condizionate, hanno malattie, si separano, milioni di bambini muoiono di fame dello spirito e del corpo e il mondo è pieno di guerra. Proprio nelle situazioni concrete, a volte di difficoltà, incontrate nelle missioni, abbiamo avuto un’altra forte occasione di constatare che questa realtà del “bambino” è in ognuno di noi e che la dobbiamo esprimere e mantenere ogni momento, rompendo ogni dipendenza secolare “costituita”, per essere, risolvere, vivere e far vivere e avere una vera fede.

E’ sempre più chiara la Grazia di questa cultura di vita che scopre finalmente l’inconscio e che, con lo Spirito Santo, entra negli inganni secolari dell’uccisione “istituzionalizzata” del bambino, della dipendenza considerata “amore e bontà”, della morte considerata vita. Così vediamo le fissazioni nelle nostre cellule nervose e la dimensione esatta della nostra croce che è nell'inconscio e senza la quale non possiamo incontrare Gesù, ne l’immensa maternità di Maria. Penso che noi tutti, insieme, 2.000.000 di persone, possiamo innalzare a Dio un forte grido dicendo con tutta l’anima: “GRAZIE!!” Questo Nuovo Sapere e Nuovo Potere è la vita e la salvezza dell’umanità oggi. Non siamo ancora perfetti come testimoni, ma dobbiamo esserlo e mantenerci “bambini” ogni momento, leggendo i libri di Padre Angelo, meditando, pregando, vedendo e facendo fuori i le difficoltà nostre e degli altri. E’ l’unico modo di vivere veramente il Carisma, perché il bambino nei primi 30 giorni “non parla”, ma è con creatore e con redentore. Questa è la nostra Vita e questa è la nostra sessualità e questa è la nostra salute. Proprio in mezzo alle difficoltà degli inganni secolari contro Dio e contro il bambino, che, con l’Antropologia, incontriamo Cristo, la Madonna, noi stessi bambini e gli altri nell’amore.
Padre Angelo ci richiama con forza ad essere svegli, concreti, nella missione nelle regioni e nel Sud del mondo. Non possiamo infatti ignorare che l’umanità si sta suicidando mentre crede di star bene, perché non ha l’inconscio e non ha un’antropologia vera e completa.
In questo spirito siamo tutti chiamati ad essere veri e concreti fino a diventare forti, accorgendoci della realtà e delle risposte pratiche che dobbiamo dare per dare davvero da mangiare agli affamati e da bere agli assetati. Che Dio ci aiuti!

 Antonella Casini