Approfondimenti : "Testimonianze dalle Missioni - Luglio 2013"
Wednesday, 24 July 2013 00:00

"Testimonianze dalle Missioni - Luglio 2013"

Testimonianza di Elisabetta dal Sud Sudan e di Lavinia dall'Amazzonia (Brasile) - domenica 21/7/2013

 

La missione continua!
Vedere come qui i bambini giocano mi fa capire come basta davvero poco per essere felice. Non dico che qui è tutto perfetto, perché i bambini continuano a morire. Spesso sono frutto di violenze, di sfogo , e allora vengono inconsciamente rifiutati. Quando si è cosi acciecati il bambino non è più meravigliosa creazione, ma materia con nessun valore. Tanti non sopravvivono, il male del non amore è più forte.
Eppure da noi è peggio, il male è più ingannevole, più nascosto ma tanto più grande! Qui la scuola non è una prigione, e la vita è in comunione con Dio, le relazioni d'infanzia tra maschi e femmine sono ancora qualcosa di sacro, di pulito, non contaminato da idoli e demoni. Nel profondo qui le persone sono talmente naturali e bambine che si liberano da sofferenze e catene quando sentono anime sincere e umili che vengono a loro portando un tesoro, non presunzione o inganni. Semplicemente luce e verità.
La nostra missione, che vivo come scambio, è la più meravigliosa che possa esistere. Perché è la missione di Dio! La gente si converte, le malattie guariscono, le ferite si sanano, le reazioni si aprono alla pulizia. Tutto ciò che ti può preservare nella tua bellezza è la carezza di una mamma e l'abbraccio sincero di un padre. La missione è semplice, se pur immensa!

Elisabetta Carini dal Sud Sudan - domenica 21/7/2013

C'è un luogo sconosciuto agli uomini e prossimo agli occhi di Dio, dove cielo e terra si toccano, dove tutto è azzurro e verde, una distesa d'acqua infinita abbraccia la foresta rigogliosa con frutti di ogni colore che nascono spontanei. Lí anche l'aria è fertile, carezza la pelle lasciando gocce di rugiada che illuminano e fanno brillare gli occhi dei bambini, che se osservati in profondità mostrano l'eterna Creazione: l'Universo e le Galassie, l'oceano e le montagne, il deserto e i fiumi.
Nel fitto verde si scorge il segreto della vita primitiva e ruggente. I ciuffi delle palme suggeriscono quanto sei lontano ma anche quanto sei vicino. Le nuvole bianche e candide si tuffano nell'acqua che le accoglie
felice di potersi colorare e le rispecchia in totale verità. Il sole al tramonto si veste di luce, contiene l'amore di Dio e lo espande come il big bang. Più cala e più è intenso. L'azzurro si tinge di rosa e arancio, le nuvole sorridono e all'orizzonte tutto è nuovo e mozzafiato.

Su una palafitta costruita con tavole di legno ma sicura come casa vive lei. Viso vero, qualche ruga che rivela vita vissuta intensamente nei suoi soli 28 anni. Sorriso sdentato ma gioioso. Occhi trasparenti ma velati di un dolore antico e vivo. Comincia a raccontarci la sua storia, trapunta di ferite e violenze, ritenuta dal villaggio ciò che lei non è. Insulti, falsità, giudizio, tormento risuonano nel suo cuore. Abbandonata dalla madre, senza mai aver conosciuto il padre, figlia di nessuno, accudita dalla solitudine. Le lacrime cominciano a scendere, vere e intrattenibili, riaprono e lavano gli squarci nella sua anima. Si avvicina al letto e tra i giochi dei suoi quattro figli sfila un libro. La copertina è blu con un gabbiano bianco che vola libero sull'acqua.
"Uscire da ogni inganno". Con la voce rotta dal pianto ma con un sorriso di gioia profonda comincia a leggere in un portoghese rude come il lavoro nei campi: "Ogni persona é piena di vita, ha una possibilità di sviluppo immensa, la sua forza é unica e irripetibile. Non possiamo perderci né adattarci a nulla perché la nostra forza di vita personale é soltanto nostra. Ogni persona é tale solo in quanto ama.
L'amore ci distacca dall'avere, ma è tale solo se è pulito ed immerso
in tutte le energie personali completamente sviluppate." Riprende fiato, ci guarda negli occhi, uno ad uno con profonda dignità: "Questo libro mi ha fatto uscire dalla depressione. Mi ha fatto rialzare di nuovo. Lo leggo ogni giorno perché qui c'è la VERITÀ!"
Verità! Che conquista! L'unica libertà. Ad ascoltare questa donna c'era anche una giovane ragazza, che come la vittoriosa commossa ha sempre voluto cercare se stessa. La risposta l'ha avuta dalla stessa fonte. Provenienti da due continenti differenti, 18 ore di distanza tra volo, macchina e barca, realtà e tradizioni assolutamente diverse, altra lingua e condizionamenti. Ma Dio, che è Padre di tutti, ascolta il cuore di ogni suo figlio e gli fa incontrare la Vita, quella vera e perpetua, quella che ti stupisce se lotti per conquistarla, quella che non sfugge più, quella che non ti abbandona, quella che ce n'è solo una, quella che è già dentro di te.

Lavinia Rocchi dal Brasile - domenica 21/7/2013

In questo momento particolare, chiediamo a tutti voi preghiere e partecipazione a questa missione, che ci vede uniti in Dio, qui in Italia e in tutto il mondo. Nelle nostre missioni ci sono 20.000 bambini che stanno aspettando un donatore per non morire di fame. Partecipate a questa immensità salvando un bambino. Contattaci subito! 

I Volontari di Italia Solidale-Mondo Solidale


Acquista i libri o contattaci".