Approfondimenti : I bambini assistono da lontano e sembrano dire:"sappiamo che sei qui per noi!"
14-02-2013
I bambini assistono da lontano e sembrano dire:"sappiamo che sei qui per noi!"
(lettera dalla missione in corso in Uganda)

 

Qui kitohwa! Resto stupita mentre contemplo la bellezza della natura che ho intorno e penso a quanto è ancora più grande quella che c'è dentro ogni persona. Resto in silenzio di fronte a tutte le mancanze d'amore che portano alla terribile riduzione delle forze meravigliose con cui siamo creati. Qui stiamo vivendo in un paradiso terrestre, verdi colli, fiori e frutti di ogni colore, ma ogni giorno affrontiamo la difficoltà di superare le dipendenze e le strutture che schiacciano le persone. Nessuno è consapevole della dignità di ogni bambino e di ogni persona. L'Amore e la luce che portiamo con i documenti e i libri di Padre Angelo Benolli, sono una sorgente d'acqua nel deserto.

Non è semplice essere testimoni di tanta immensità e mi sento continuamente richiamata ad essere seria, a vedere i contrasti che ho dentro e a risoverli nell'amore per potere davvero aiutare i bambini... insomma bella difficoltà per chi come me ha vissuto nell'ovatta dell'occidente che copre con il benessere il malessere profondo che abbiamo dentro. Altre storie, altre vite ma la stessa mancanza d'amore. Altre storie, altre vite ma ogni bambino è CREATO CON LO STESSO AMORE. "Anna Maria" sento una vocina chiamarmi, vedo una bambina che timida mi guarda dal basso con i suoi occhi belli, trema per l'emozione, l'abbraccio, la saluto, le chiedo come sta, lei resta li con il suo grande sorriso ferma e felice. Inizio a camminare e lei mi segue mentre porta la sua borsa colorata e pesante con dentro delle pannocchie. Stiamo percorrendo una stradina di terra sul bordo della collina al centro della rigogliosa valle. C'è Renzo Russi, con la camera sta riprendendo dei grandi fiori bianchi, ci vede e punta la telecamera sulla bambina. "what's your name?" le chiede, lei muta e tremante non parla, non c'è modo di farle dire il suo nome. Continuiamo a camminare, lei ci segue, ad un tratto viene e mi regala una pannocchia, poi una a Renzo, mi abbasso la guardo negli occhi e le chiedo di nuovo "what's your name?" "Fiona" risponde con voce flebile. Maria è una mia cara amica di Berlino dopo 2 anni ha deciso di fare un'adozione a distanza e quando ha ricevuto la lettera con il suo italiano zoppicante mi ha detto:" ho una Fiona!" Fionaaaaaa? Fiona!? Ma tu sei la bambina di Maria? Che gioia! Ho pensato a Maria e alla sua storia, ho visto la dolcezza di Fiona e in un secondo ho percepito cosa è l'Amore e che cosa muove questa carità, questo nuovo modo di fare adozione a distanza con Italia Solidale! Un piccolo grande segno che in un attimo rafforza la mia speranza e mi aiuta a permanere nel mio cammino per amare e testimoniare a questa gente la Vita che meritiamo di vivere. Lasciare il vecchio e dare spazio ad una Nuova Cultura di vita, che unisce le persone di tutto il mondo e salva Fiona e Maria dal non amore che hanno vissuto entrambe, ma in differenti culture. Uno scambio di carità che guarisce i mali dello spirito, uno scambio di rispetto, che è l'Amore. Ogni sera invitiamo alla formazione le persone delle comunità che vogliono approfondire dopo gli incontri nelle zone e Marco Casuccio, con la sua presenza unica e irripetibile, legge e approfondisce il Carisma da vivere e proporre, il documento scritto da Padre Angelo Benolli pieno di vita, forza e amore. Cadono così i muri delle chiusure, delle paure, delle violenze subite; gli occhi si aprono come se non avessero mai visto la luce! I bambini assistono da lontano e fanno capolino mentre giocano fuori... mi guardano sorridenti e sembrano dire: "sappiamo che sei qui per noi." Grazie bambini!

Anna Fanuele (Volontaria di Italia Solidale – Mondo Solidale)