Approfondimenti : P. Angelo Benolli da 53 anni sacerdote “Per nutrirci di Cristo”
Wednesday, 14 March 2012 00:00
P. Angelo Benolli da 53 anni sacerdote “Per nutrirci di Cristo”


Oggi abbiamo la gioia di celebrare il 53° anniversario del sacerdozio di p. Angelo Benolli O.M.V., missionario, scienziato, antropologo, presidente e fondatore di “Italia Solidale – Mondo Solidale”. Non è soltanto il ricordo di una consacrazione avvenuta nel lontano 1959, ma il profondo ringraziamento a Dio per la nuova cultura di Vita che è emersa dalla sua grande coerenza in tanti anni di vita e impegno sacerdotale, incontrando persone e persone di molte culture e religioni, ogni giorno per almeno otto ore. Questa nuova cultura, che oggi dà vita a 2.000.000 di persone nel mondo, parte dalla creazione che Dio ha posto in ogni bambino, coglie e risolve in Cristo gl’inganni secolari che oggi colpiscono le persone nella propria identità, nella propria spiritualità e nella capacità di ben amare e ben lavorare.

La prima grazia è proprio l’eccezionale tenuta di p. Angelo che oggi, ad 81 anni, è andato da solo a festeggiare il suo sacerdozio con una bella sciata nei campi vicino a Roma. “Non voglio” dice p. Angelo “che mi vedano come il prete “bravo e buono”, che salva i bambini: io sono un maschio, semplicemente, perché ho mantenuto le mie energie nelle energie di Dio per la carità”. “La vocazione” dice ancora “ è una chiamata interiore ad avere dei rapporti, senza perdere la propria persona ed il rapporto con Dio. Dio è in noi attraverso la natura, che ha creato meravigliosa.>>1 . Per questa coerenza, p. Angelo, adolescente, ha trovato la fede in Cristo. Per questo, poi, ha sentito di vivere la pienezza dell’amore consacrandosi sacerdote tra gli Oblati di Maria Vergine. Per questo, di fronte alle immani sofferenze delle persone del nostro tempo, ha cercato una risposta autentica, senza integrarsi o nella spiritualità che non entra nella vita o nella psicanalisi senza Dio, a costo di passare anni ed anni solo con Dio, come Abramo, nel servizio agli altri.

 E’ un’esperienza unica nella nostra tradizione secolare di adattamento e integrazione nelle maggioranze o in ciò che è “istituzionalizzato”. In questa esperienza di vita, Dio si è manifestato con la Sua grazia e lo ha  portato ad entrare gradualmente nella realtà delle persone fino a sviluppare la sua proposta di “Sviluppo di Vita e Missione che è una via esperienziale e culturale di liberazione e pienezza di vita in Cristo, con  grandi e necessarie novità scientifiche e antropologiche come il cambiamento in Cristo della visione dell’inconscio di Freud nell’Io potenziale. Questa grande ricchezza è oggi racchiusa nei suoi libri: “10 punti di  sviluppo di Vita e Missione”, “Uscire da ogni inganno”, “La famiglia non s’inganna”, “La vita non s’inganna”, “Ordine antropologico della vita”, “Antropologia per uscire dagli inganni specie inconsci”, “Documenti  scritti da p. Angelo per un autentico sviluppo di vita e missione”. Ma la sua produzione di contenuti di Vita è continua. Ne sono testimonianza gli ultimi eccezionali approfondimenti sulla sessualità che sta  regalando al mondo attraverso la scuola quadriennale di formazione che si tiene ogni settimana e che è seguita via internet da migliaia di persone in Italia, Africa, India e Sud America via internet.
 Grazie a Dio ed alla Madonna per la Grazia che hanno fatto all’umanità attraverso p. Angelo. C’era proprio bisogno di questa cultura completa e coerente con la vita che squarcia l’oscurità degl’inganni secolari che  colpiscono le persone nella loro identità, nella loro spiritualità, nella loro capacità di amare e lavorare bene. Pensiamo ai 22.000 bambini che ogni giorno muoiono di fame nel Sud del mondo. Pensiamo alle  famiglie che si dividono (ormai il 50%). Pensiamo alla depressione che è divenuta la prima causa d’invalidità permanente o al fatto che il 50% degli italiani hanno le basi del cancro. Con la cultura di sviluppo di  vita e missione, per la quale c’è il sostegno del Pontificio Consiglio della Cultura e di numerosi Vescovi in tutto il mondo, possiamo finalmente entrare nella nostra storia e nel nostro inconscio, vedere i nostri  inganni che sono “ la nostra croce” e fare il necessario cammino per incontrare Cristo, che, come mette in evidenza p. Angelo, è l’“unico Terapeuta” che scaccia ogni diavolo, ci guarisce e ci fa resuscitare, ma non  si sostituisce a noi.
 Non sono teorie: è l’esperienza di 2.000.000 di persone nelle 114 missioni di “Italia Solidale – Mondo Solidale” in Africa, India e Sud America. Queste missioni si sviluppano nella collaborazione tra volontari di  “Italia Solidale”, volontari (missionari e laici) di 20 tra Congregazioni e Diocesi e 23.000 volontari donatori italiani coinvolti in questa nuova cultura ed in un modo nuovo di fare adozione a distanza.
 Le famiglie dei bambini adottati a distanza si riuniscono in piccole comunità dove, aiutati da volontari locali che si sono formati con i libri di p. Angelo, vedono e risolvono i loro condizionamenti interni ed esterni.  Con questo fondamento, utilizzano il denaro inviato dai volontari donatori per farsi piccoli prestiti che di anno in anno restituiscono a se stessi e con cui sviluppano piccole attività produttive. In questo modo  arrivano ad essere sussistenti e anche solidali anche con gli altri poveri. Oggi ci sono 4.000 “comunità solidali” del Sud del mondo che hanno “adottato a distanza” bambini di comunità dei continenti “fratelli”. I  volontari donatori che si coinvolgono entrano in questa esperienza non solo con le lettere che le famiglie del Sud del mondo scrivono loro, ma anche con la possibilità di un coinvolgimento diretto in questo  processo di sviluppo di vita e missione. Già oggi, moltissimi volontari donatori italiani, sostenuti dai volontari di “Italia Solidale”, stanno creando piccole comunità e uscendo da tante sofferenze
 Dio ci ha dato questa Grazia, approfittiamone vivendola e portandola agli altri. Tutta l’umanità sta aspettando questa Vita!



Invia gli auguri a Padre Angelo
This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.