Approfondimenti : Non si risolvono i problemi senza risolvere i veri problemi Trento, Sara ha deciso di abortire
Saturday, 10 December 2011 00:00
Non si risolvono i problemi senza risolvere i veri problemi

Trento, Sara ha deciso di abortire


E’ rimasta incinta a soli 16 anni, di lui, 18 anni, un po’ violento e dal futuro incerto. Un bel problema. Meglio abortire? Nella storia e nel mondo di
oggi miliardi di persone sono nate e nascono in un quadro familiare simile. Un immenso problema.Meglio se fossero stati eliminati subito come
gli altri 52 milioni di aborti ogni anno? 
L’umanità è sempre stata piena di grandi problemi. Meglio se non fosse mai esistita? Beh, prima di mettere al mondo dei figli, si dice, meglio
risolvere i problemi, con tutta la povertà che c’è, come si fa a far soffrire i bambini…
Ma anche a Trento? Trento è una delle province più ricche del mondo, anche lì è meglio abortire per povertà? Nel 150° dell’Italia in Trentino,
una zona fra le più ‘civili’ e belle del mondo, i problemi si eliminano così.  Mi sembra di sentire le voci in dialetto leghista “ognuno ha i suoi problemi, poi arriva il freddo, meglio chiudersi in casa e chi è fuori è fuori”. Anche duemila anni fa un altro bambino non trovava posto nel cuore delle persone…
 
Alberico Cecchini
 
Non si risolvono i problemi senza risolvere i problemi. Cioè non si può uccidere chi prende vita dai propri sbagli. Oggi non si ha quasi nessuna cultura per risolvere i problemi sessuali attraverso l’innamoramento e l’amore. Non c’è cattiveria cosciente: siamo tutti colpiti da una confusione secolare. Da sempre si pone il proprio io o “ciò che corre”, prima del bambino, della persona e delle sue energie sacre e naturali. Questa “contro - cultura” stratificata ferisce ognuno nella propria identità, nella propria spiritualità e quindi nella propria capacità di amare, lavorare bene ed essere solidali con gli altri. C’è bisogno di una cultura che entri in questi mali e dia finalmente degli strumenti per vederli e risolverli. Vi invitiamo a leggere i suoi libri o a contattarci
Padre Angelo Benolli