Approfondimenti : Questi libri e questa Cultura sono per voi, perché vi voglio bene e voglio che veniate fuori dalle sofferenze
Monday, 10 October 2011 00:00
"Questi libri e questa Cultura sono per voi, perché vi voglio bene e
voglio che veniate fuori dalle sofferenze"

"In Africa ho visto i bambini che morivano per strada. Un giorno ne ho presi tre in braccio che erano per terra, moribondi, per portarli in un dispensario vicino, ma quando sono entrato nel dispensario non c'era neanche un posto dove poter mettere questi bambini, perché c'erano centinaia di bambini sofferenti e le poche persone che stavano li erano disperati perché non sapevano come aiutarli e ho dovuto mettere questi bambini per terra. Mi sentivo impotente perché mi sentivo solo e ho deciso di rivolgermi agli italiani perché ero certo che mi avrebbero aiutato. Allora sono andato in televisione, per questo ringrazio molto la Rai e gli italiani mi hanno aiutato".

Sono arrivati al meeting dei Testimoni di Nago (TN), i rappresentanti dei meravigliosi volontari donatori italiani provenienti da 16 Regioni; più di 100 persone che hanno conosciuto Italia Solidale grazie alla carità, grazie al proprio movimento d'amore verso i poveri, grazie all'attivazione di un'adozione a distanza e al desiderio di amare oltre se stessi e la propria famiglia.

"Vi ringrazio profondamente perché attraverso la carità non solo avete dato la vita a un bambino che poteva morire ma e' il  Signore che da a voi la vita attraverso l'amore. La carità della carità e’ salvare la vita di un bambino e non so come  ringraziarvi.Voi siete la parte più nobile della nostra Nazione, la parte migliore d'Italia. La cosa principale oltre a salvare la vita  dei bambini è salvare la propria vita, qui, specialmente in Italia. Quello che vuole il Signore è che ognuno di noi stia bene  che trovi la propria identità, la propria anima, l’amore, la sessualità nell'amore e il rispetto e scambio di rispetto nella  famiglia".
 Padre Angelo è rimasto 40 minuti in piedi di fronte al quello che sta venendo fuori in questo incontro intercontinentale. "La  prima cosa che ho ricevuto è stato l'amore del donatore che ha amato i miei figli prima di me. Poi i libri che mi hanno aiutato  a entrare nella mia vita, vedere i miei inganni" ha testimoniato .,.... dall'India. Da tutto il mondo con questa Cultura le  persone stanno uscendo dagli inganni secolari, trovando la luce per un vero cammino di conversione. Mantenendosi fermi  incontrano l'amore di Dio e guariscono. Per questo quello che fa l'adozione a distanza è immenso, molto più che dare il cibo  materiale ad un bambino è salvare se stessi. Oggi Italia Solidale conta 23.000 volontari donatori in tutta Italia, che arrivano a salvare la vita non solo del bambino adottato ma di intere comunità che escono da situazioni di sofferenza e di assistenzialismo che ha sempre mortificato la loro dignità.
 "Vi ringrazio perché avete fatto l'adozione e sono contento di poter collaborare con voi in tutte le parti del mondo. Grazie a  questo, recuperate la vostra pace, la vostra salute, l’amore e la libertà dalle dipendenze. Attraverso l'adozione a distanza ami  te stesso, Dio e la tua famiglia, ami e butti all’aria tutti i materialismi e le riduzioni"
 L'aiuto economico da solo non basta, c'è bisogno di sostenere queste persone nel profondo, credere nelle loro energie e  sostenerli a metterle in pratica. Ma come è possibile portare questo tipo di aiuto così nuovo, rivoluzionario ed efficace? La  Nuova Cultura sperimentata con la propria vita, di Padre Angelo Benolli, arriva a questa gente grazie ai missionari di Italia  Solidale e arriva a sostenere la vita di ogni persona incontrata grazie ai libri e ai documenti tradotti in tutte le lingue, anche  locali. Padre Angelo aiuta le persone di tutto il mondo a ritrovare se stessi, la propria salute e la salute delle famiglie. Grazie  ai suoi approfondimenti, in tutto il mondo stanno sperimentando una nuova speranza. Anche in Italia questi contenuti stanno  arrivando a tutti i volontari donatori per contrastare le malattie e le sofferenze di casa nostra
 "Quando la relazione con Dio è ammalata, l'anima ne risente, la sessualità ne risente, i nervi ne risentono e tutto il corpo ne  risente e queste forze sono inconscie e sono il 90% della persona. Attraverso l'Ipotalamo queste forze irrorano la mente, il cosciente che è solo il 10%, ma se le forze inconscie non sono in ordine e in connessione tra loro e con Dio, sempre il corpo si ammala e la mente non è sapiente il 90% delle malattie viene per questo dalla mancanza dell’amore e Dio. Quando non ami, sei idealista materialista e non hai anima, sei falso e le forze ne risentono e il sesso mai arriva all’amore e se non c'è il sesso nell'amore non ci sono famiglie nell'amore e in Italia abbiamo il 50% delle famiglie che saltano".
 Questa Nuova Cultura grazie ai volontari di Italia Solidale, sta arrivando anche ai volontari donatori in tutta Italia e vuole  testimoniare che questi contenuti sono una possibilità concreta, qui tra noi, per uscire da tante sofferenze e Padre Angelo lo  ribadisce fortemente.
 "Questi libri e questa cultura sono per voi, perché vi voglio bene e voglio che veniate fuori dalle sofferenze. Incontratevi con  i volontari di Italia Solidale ma anche tra di voi, come facciamo in tutto il mondo. Attraverso gli incontri, i libri, la scuola di  Promotori di Sviluppo di Vita e Missione possiamo darci una grande mano ed essere testimoni e missionari qui in Italia nelle  nostre famiglie, nelle nostre città. Ci vuole la luce e l'amore per vedere, risolvere e amare i bambini, vostri e anche quelli che  muoiono. Ogni giorno 24.000 bambini muoiono di fame nel sud del mondo e tantissimi muoiono qui nello Spirito. Abbiamo  una grande responsabilità; ognuno è missionario e deve collaborare affinchè questo non avvenga più.
 
Stefano Bovenzi