Approfondimenti : Piansi tutta la notte pensando alla sofferenza che causavo ai miei figli e a tutta la famiglia
Saturday, 08 October 2011 00:00

“Sono molto contento di condividere con voi la mia esperienza. Voglio ringraziare Padre Angelo e tutto l’approfondimento che fa sulla vita e che collego alla mia storia. In particolare, lo ringrazio, perché quando parla dell’indipendenza della persona e di come, senza questa esperienza, nessuno può ritrovarsi e uscire dai tantissimi condizionamenti che impediscono di vedere e risolvere le mancanze di amore. Comprendo come è necessario che io faccia lo stesso”. Angelo responsabile locale della missione di Orussi, Uganda, ci ha raccontato come la sua vita e completamente cambiata grazie all’incontro con Italia Solidale, perché e’ andato a fondo nelle problematiche della cultura locale comprendendo quanto tutta la famiglia era vittima di condizionamenti atavici.

“Ero poligamo e vivevo tanti contrasti dentro di me. Io e le mie mogli eravamo molto impegnati nella Chiesa, eravamo meravigliosi cantanti; ero felice quando cantavo ed eravamo molto stimati per questo. Ma in casa soffrivamo molto. C’erano discussioni, ma non riuscivo a capire fino in fondo perché. C’era molta gelosia tra le mie mogli come avviene in tutte le famiglie poligame e questa era una delle cause delle sofferenze mie e dei miei bambini”

In Africa la poligamia causa tante sofferenze soprattutto ai più piccoli. Alcuni uomini hanno 5 o più mogli e decine di figli. Un padre così non può essere mai tale e le madri soffrono molto per i contrasti interni ed esterni ed anche per questi motivi i bambini muoiono. Grazie alla Nuova Cultura di Italia Solidale le persone comprendono quali sono le radici delle proprie sofferenze, è con l'esperienza dei libri di Padre Angelo Benolli che in tutte le parti del mondo e anche in Italia, le persone riescono a fare un cammino di rinascita personale e familiare.
“Ho conosciuto Italia Solidale nel 2006 e durante una formazione ho avuto un poco di luce sulla mia storia, in particolare, sulle mie forze inconsce e sul rispetto di cui necessitano. Quella notte ero veramente confuso, piansi tutta la notte e meditavo moltisssimo sul tipo di vita che facevo. Cominciai a leggere i libri di Padre Angelo e a capire meglio la situazione di sofferenza della mia famiglia”.

 Tutta la realtà culturale di Italia Solidale viene dall'esperienza di Padre Angelo Benolli che, in 50 anni di sacerdozio, con incontri  personali con migliaia di persone sofferenti nello spirito e nel corpo, testimonia soprattutto nei suoi 5 libri, come è possibile  uscire da tanti inganni.
 “In Africa le donne non sono considerate come persone, ma solo per fare figli e vengono schiacciate da questo. Ho 5 fratelli e  sono tutti poligami e tutti i figli e le famiglie dei miei fratelli stanno soffrendo molto. Per la mia situazione ho dovuto parlare con  genitori e membri dei clan di entrambi le mie mogli e non è stato semplice trovare una soluzione rispettosa; sono stato  minacciato e perseguitato. Ci sono voluti 3 anni per cercare di prendere una posizione, ma il Signore mi è stato sempre vicino.  Sono così riuscito a sposare la mia attuale moglie e a ricevere il sacramento del matrimonio”. I responsabili delle missioni di  Italia Solidale – Mondo Solidale, come Angelo, sono i genitori degli stessi bambini adottati a distanza dai meravigliosi volontari  donatori italiani. Queste famiglie ricevono non solo un supporto economico, che li aiuta a rendersi indipendenti, ma con il  sostegno nel profondo, grazie a tutta la Nuova Cultura, vedono e risolvono tanti mali e sono testimoni di questo tra la loro  gente.
Ringrazio profondamente i volontari donatori. Senza di loro e senza i libri di Padre Angelo Benolli, non avrei ricevuto il necessario aiuto materiale e il profondo aiuto personale. Ora mi impegno molto nella formazione, rinnovando continuamente la mia vita e questo mi dona molto amore e la possibilità di amare meglio la mia gente e la mia famiglia, e i miei figli ne sono testimoni.

Stefano Bovenzi