Generale : 59° Anniversario di Sacerdozio di Padre Angelo Benolli
Martes, 13 Marzo 2018 10:10

59° Anniversario di Sacerdozio di Padre Angelo Benolli

"Oggi sacerdote per nutrirvi di Cristo"

 

Domani 14 Marzo 2018 abbiamo la gioia di celebrare il 59mo anniversario di sacerdozio di P. Angelo Benolli O.M.V., Re, Sacerdote e Profeta per l'uomo di oggi!

Tanti messaggi di auguri stanno già arrivando da tutto il mondo per partecipare alla festa del sacerdozio di Padre Angelo Benolli che domani alle 8.00 italiane celebreremo con la Santa Messa nella Chiesa di Santa Maria del Pianto in Via Santa Maria de Calderari a Roma. 

Vieni anche tu o invia il tuo augurio a Padre Angelo a Esta dirección de correo electrónico está siendo protegida contra los robots de spam. Necesita tener JavaScript habilitado para poder verlo.

Generale : Per vivere davvero
Martes, 13 Febrero 2018 21:03

Per vivere davvero

È tempo di sbarazzarsi di ogni falsità e, attraverso Dio e la natura, soprattutto personale,sperimentare di nuovo tutta la verità e l’intensità religiosa e scientifica della vita

Mi trovo in un posto bellissimo. Sotto di me il lago di Garda azzurro e calmo. Sopra di me un immenso cielo terso. Sono affacciato su una roccia che strapiomba per 2.000 metri a picco sul lago. Di fronte a me, dall’altra parte del lago, svettano alte montagne di roccia imponente, fino ad arrivare alla bellezza maestosa e bianca dei ghiacciai dell’Adamello e della Presanella. Tutto intorno è silenzio e pace. Sono circondato da meravigliosi fiori e da una limpida aria, intiepidita da un bellissimo sole. Tutta questa realtà non dipende dall’uomo. 

È una realtà vera, permanente, sublime, intensa, che noi uomini possiamo vedere, contemplare, ammirare, ma mai costruire o completamente distruggere. 

Ma, se non possiamo costruire o completamente distruggere tutta questa meravigliosa natura, come mai nei secoli abbiamo così sfacciatamente preteso di “costruire” le persone e sovrapporci ad esse con guerre, micidiali violenze culturali e legali, fino ad arrivare a leggi che permettono l’aborto o la clonazione?

Il contenuto vivo della persona di un bambino non ha forse delle qualità superiori a tutta questa natura che mi circonda? Perché queste qualità antropologiche e religiose, uniche e irripetibili di ogni bambino e di ogni persona, sono spesso così poco viste, rispettate, tutelate e sostenute sia dalle persone di scienza che dalle persone di religione?

Possono la scienza o la religione dirsi tali quando non colgono, non rispettano e non amano le energie naturali create da Dio in ogni persona?

Può la persona stessa, con la sua coscienza, non rispettare la sua natura, fondamentalmente inconscia e religiosa perché creata e sostenuta sempre da Dio come oggi risulta anche dalle scoperte della fisica?