Generale : Così Padre Angelo Benolli oggi nella festa degli Angeli Custodi
02-10-2019
"I loro angeli nei cieli vedono sempre la faccia del Padre mio che è nei cieli"
(Mt 18,1-5.10)
 
Così Padre Angelo Benolli oggi nella festa degli Angeli Custodi
 

 

 

02/10/2019

Ascolta la spiegazione delle Letture del giorno

Vangelo del giorno (link esterno)

Vai all'archivio dei giorni precedenti

 

 

 

 

 

 

"Come fare a calare questi contenuti nella nostra esistenza? La nuova cultura di vita che viene fuori dai 60 anni di esperienza sacerdotale, scientifica, antropologica e missionaria, di Padre Angelo Benolli, ci offre gli strumenti per entrare nella nostra storia e fare questo cammino. Vi invitiamo a leggere i suoi libri o a contattarci".

 

 

Dal sito Ioacquaesapone : Innamorarsi davvero - di Padre Angelo Benolli
29-09-2019

Innamorarsi davvero

Solo la pienezza dei contenuti di vita personale e il rispetto di tutto il loro ordine possono produrre veri scambi di vita interpersonale e d’amore di coppia e di famiglia

Lo scambio interpersonale è necessario alla salute della vita, più che l’aria per i polmoni. Sempre, ogni individuo, bambino o anziano che sia, ha bisogno di costanti scambi d’amore. Ma gli scambi d’amore non si possono vivere come tali quando sono parziali o disordinati. Non basta dire di amare per saper amare. 

Non si può amare quando si è feriti nello spirito, nell’anima, nel sesso, nel corpo e nella mente. Ancor meno si può amare quando si negano Dio e l’anima, che sono la base dello spirito che porta il sesso all’amore e la mente alla sapienza.  

 
Per scambiare nell’amore sono sempre prioritari i contenuti costitutivi dell’amore. Tali contenuti non sono materialistici, corporali o razionali. Sono contenuti che animano la materia, il corpo e la ragione, ma non si riducono ad essi, né provengono da essi. Tutti coloro che pretendono di scambiare con il corpo, con l’economia, con la ragione o con altre riduzioni, ben presto si ritroveranno scontenti, ridotti ed impotenti, perché costitutivamente sono erronei e innaturali.
 
L’amore è sempre e solo lo scambio tra due innamorati. L’innamorato è solo colui che possiede in pieno e nel loro ordine, tutti i contenuti necessari per scambiare autenticamente nell’amore. Nessuna forza, senz’amore, rispetta il sesso e lo porta allo scambio vero nella vita. Nessuna forza è sapiente ed intelligente se è incapace di vedere e rispettare queste forze preminenti e sostanziali della vita personale e quindi anche della vita interpersonale. Quando si è ottusi, disturbati, inconsciamente fissati, ridotti e deviati, sempre si è nella menzogna e nella malattia delle energie della vita. Come si può, in questa situazione, arrivare all’innamoramento?
Generale : Perché sembra che ormai Dio è morto? di Antonella Casini e Paolo Pizzolato
19-09-2019

Perché sembra che ormai Dio è morto?

 

scarica qui

Occorre ritrovare una vera Fede, che è l’esperienza della forza di Dio

La Terra sta bruciando, non solo in Amazzonia. L’Istituto Superiore della Sanità avverte che, se non interveniamo, tra venti anni il pianeta sarà distrutto dai cambiamenti climatici. I leader mondiali s’incontrano, ma continuano a prevalere gl’interessi economici e non si risolve nulla. In tutto questo, i conflitti mondiali si radicano, c’è sempre più confusione, violenza, morte, dentro e fuori le persone. Nessuno sa cosa fare. Questa è la nostra “civiltà”. Qualcuno canta: “ Dio è morto”, sarà vero? No! Diciamo noi, ma è necessario incontrarlo finalmente nel concreto della nostra esistenza, superando le secolari “schizofrenie” tra fede, vita e scienza! Questa esigenza ha mosso P. Angelo Benolli nei suoi 87 anni di vita e 60 di servizio come sacerdote, missionario, antropologo e scienziato, incontrando ogni giorno, per molte ore, persone di tante culture e religioni. è impossibile riassumere la nuova e completa antropologia da lui sviluppata per portare la scienza alla fede e la fede alla vita, caratterizzata da grandi novità. Invitiamo tutti a conoscere i suoi 10 libri, video e documenti in cui, tra l’altro, emerge chiaramente che la Fede è Vita e che, per vivere e superare ogni male, dobbiamo avere luce sulla realtà e collaborare, testimoniando e prendendo la nostra croce con quella di Cristo. Con questi contenuti 2.500.000 di persone escono da inganni secolari, ritrovano Dio, la propria identità per poter ben amare, ben lavorare ed essere sussistenti e solidali. In Italia e in 117 missioni in Africa, India e Sud America, centinaia di migliaia di famiglie s’incontrano settimanalmente con i libri di P. Angelo nei “giardini” (piccole comunità di 5 famiglie), condividono, pregano, anche se appartengono a diverse religioni e sono solidali con le altre famiglie vicine e lontane, attraverso un nuovo modo di fare “adozione a distanza”. Le famiglie italiane salvano un bambino nel Sud del mondo e coinvolgono altre famiglie del loro territorio, per fare altri “giardini” e salvare altri bambini. Le famiglie del Sud del mondo trovano a loro volta un donatore locale per famiglie povere di altri continenti, in uno scambio d’amore e comunione mondiale. Vi offriamo ora uno scritto di P. Angelo  su “Fede e Vita”

Antonella Casini

Malga Zures : Padre Angelo Benolli, Padre Stephen Ndegwa, Maria Frau e Davide De Maria a Malga Zures con i volontari interni di Italia Solidale mondo Solidale
16-09-2019

Malga Zures 2019

   Nago - Torbole (TN)  

Turno dei volontari interni di Mondo Solidale - Italia Solidale

4 - 8 Settembre 2019

   

Padre Angelo Benolli, Padre Stephen Ndegwa, Maria Frau e Davide De Maria a Malga Zures con i volontari interni di Mondo Solidale - Italia Solidale:

 Alessia Parisi, Anna Fanuele, Antonella Casini, Caterina Casarano, Daniela Fortini, Donato Leone, Eleonora Barboni, Elisa Saitto, Elisabetta Sbrolla, Francesca Palombi, Giovanni Carini, Giulia Ruschetti, Ilaria Misticone, Jisnamol Shaji, Leonardo Rizzuto, Luca Rando, Mara Tedicine, Marco Casuccio, Massimo Lepri, Nice Vogrig, Paolo Pizzolato, Rita Ranucci Lucarelli, Sara Pietropaoli, Silvia Neposteri, Simona Monaco, Stefano Bovenzi, Stefano Russo

Generale : Usciamo da ogni crisi e da ogni inganno - di Antonella Casini.
04-09-2019

Usciamo da ogni crisi e da ogni inganno

 

Oggi in Italia c’è crisi: nel governo, nelle persone, nella fede, nelle famiglie, nelle relazioni, nel lavoro. I giovani soffrono maggiormente: non trovano risposte, né lavoro; non riescono a formare una famiglia, i bimbi non nascono più. Questa “crisi” è mondiale e dura da secoli. Perché? Anche dopo Cristo, l’uomo è rimasto sull’uomo, mettendo “soldi, sesso e successo” prima di Dio e della persona. Nessuno ha visto o risolto e così l’errore è cresciuto nel tempo. Oggi l’1% della popolazione mondiale possiede l’80% delle ricchezze e con l’inquinamento abbiamo quasi distrutto la natura.

Malga Zures : Padre Angelo Benolli, Maria Frau, Davide De Maria, Caterina Casarano, Anna Fanuele, Stefano Bovenzi, Jisnamol Shaji e Paolo Pizzolato a Malga Zures con i volontari donatori di Marche, Sicilia, Piemonte (Torino), Friuli Venezia Giulia, Veneto, Liguria e M
04-09-2019

Malga Zures 2019

   Nago - Torbole (TN)  

Turno 29 Agosto - 1 Settembre 2019 

  

Padre Angelo Benolli, Maria Frau, Davide De Maria, Caterina Casarano, Anna Fanuele,  Stefano Bovenzi, Jisnamol Shaji e Paolo Pizzolato a Malga Zures con i volontari donatori di Marche, Sicilia, Piemonte (Torino), Friuli Venezia Giulia, Veneto, Liguria e Milano Solidale 

Dal sito Ioacquaesapone : La famiglia: su quali basi? - di Padre Angelo Benolli
01-09-2019

La famiglia: su quali basi?

È una realtà potente che non si potrà mai costruire sull'inganno

La meraviglia della famiglia, non è tanto l’unione parentale, ma la natura inserita in ogni persona che aspetta sempre dai familiari la più profonda attenzione, comprensione, il più profondo sostegno e scambio d’amore. Tutti percepiamo che solo la famiglia ha vero interesse per la nostra persona ed è il luogo più concreto dove vi possono essere vere e intense relazioni interpersonali tanto quanto la vita e l’amore per la crescita esigono. 
Dal sito Ioacquaesapone : La fine di un genocidio...o anche no - di Silvia Neposteri
23-08-2019

La fine di un genocidio...o anche no

A 25 anni dal massacro tra Hutu e Tutsi, la strage è veramente finita?

 

C’è una cosa del genocidio rwandese che mi ha sempre affascinato. Si sa quand’è iniziato, ma di preciso non si sa quand’è finito.
Sui libri e sul network, si trova che è iniziato il 7 aprile 1994 e finito nel luglio dello stesso anno. Luglio. Luglio non è una data. Non è un momento preciso. Eppure, per un inferno come quello scatenatosi in Rwanda in quei mesi, verrebbe naturale, fisiologico, mettere una data di fine, come quando si trova il cattivo sui polizieschi e tutto finisce bene, ci tranquillizziamo che il male è finito, è stato estirpato.
Insomma, sappiamo quando è iniziata la prima guerra mondiale, l’unità d’Italia, quando Colombo ha scoperto l’America. 
E invece questo genocidio no, questa soddisfazione non ci viene data. E questo fa venire un sacco di domande. In che senso, il genocidio è finito “in quel mese”? Quindi si può dire che il genocidio sia veramente finito? Con quali criteri si valuta la fine di un genocidio? 
E cos’è davvero un genocidio? 
Malga Zures : Padre Angelo Benolli, Davide De Maria, Daniela Fortini, Mia Caforio, Corrado Rossi, Paolo Fortunato a Malga Zures con i Volontari Esterni di Italia Solidale Mondo Solidale
21-08-2019

Malga Zures 2019

   Nago - Torbole (TN)  

Turno 8 - 11 Agosto 2019 

 

Padre Angelo Benolli, Davide De Maria, Daniela Fortini, Mia Caforio, Corrado Rossi, Paolo Fortunato a Malga Zures con i Volontari Esterni di Italia Solidale Mondo Solidale:

Angela Armentano, Angela Clementi, Angela Ferraro, Daniela Rubiloni, Daniele Amorese, Elisabetta Carini, Marco Tedeschi, Marilena Bosco, Marilena Donvito, Nicola Demeo, Patrizia Paesano, Pina Di Sarli, Sara Binelli, Silvia Andrian, Silvia Bruno, Tiziana Sacco, Zoe Paolini