Testimonianze dei volontari del Sud del Mondo : Dall'Africa, India e Sudamerica per aiutare noi italiani a fare giardini e salvare i bambini
Tuesday, 06 November 2018 09:16

Dall'Africa, India e Sudamerica per aiutare noi italiani a fare giardini e salvare i bambini

Testimonianze di Angelous Kermu, Enyasio Teko, Veronique Mukakayiro, Remya Shajiu, Raju Marapaka, Amparo Chilito e Maria Liliana Benitez Acosta

 

 

Testimonianza di Angelous Kermu

"Ringrazio questa "nuova cultura" di vita che mi ha permesso di essere quello che sono oggi. Ero cieco ma adesso posso vedere, ero nelle tenebre ma adesso sto recuperando la luce, ero morto nelle mie forze ma adesso sono vivo ma soprattutto questo movimento mi sta dando la possibilità di entrare nella mia storia personale perché io possa risolvere tutti gli errori presenti e passati ed amare"

Il più grande regalo che ho ricevuto attraverso questo movimento è una chiamata missionaria attraverso il Carisma a compiere un grande passaggio nella mia vita per uscire da tutte le falsità e mantenere la mia identità che è il mio personale tesoro, che mi chiama ad amare me stesso, a recuperare pace e libertà nella mia vita e che mi chiama a combattere per la libertà delle altre persone che stanno cercando la vita.

La mia più grande schiavitù prima di incontrare questa cultura del Carisma è che non ero in grado di comprendere o conoscere me stesso, quindi non mi potevo rispettare e la mia vita era in una confusione totale. Era difficilissimo per me dare un valore alla mia vita, alla mia dignità ed invece di salvaguardarla e servirla, non facevo altro che distruggerla.

Ma ringrazio questa cultura che mi ha permesso di essere quello che sono oggi. Ero cieco ma adesso posso vedere, ero nelle tenebre ma adesso sto recuperando la luce, ero morto nelle mie forze ma adesso sono vivo ma soprattutto questo movimento mi sta dando la possibilità di entrare nella mia storia personale perché io possa risolvere tutti gli errori presenti e passati ed amare. In questo mio cammino, ho proprio colto che la chiamata che Dio mi ha fatto ed il suo amore sono stati posti dentro di me prima che fossi messo nell’utero di mia madre e quando sono stato scelto tra milioni e milioni di spermatozoi è stato per un’alleanza che il Signore ha fatto con me e che ha continuato nei primi 30 giorni e che continua inconsciamente anche oggi e che fa sì che io non sia il figlio dei miei genitori o della cultura. Ho scoperto tutto questo attraverso il video del bambino intrauterino ed attraverso diversi libri e documenti.

Testimonianze dei volontari del Sud del Mondo : 57°di sacerdozio di P. Angelo Benolli
Tuesday, 15 March 2016 09:27

57° anniversario di sacerdozio di Padre Angelo Benolli

Carissimo Padre ANGELO Benolli, tutti i bambini ed i genitori delle missioni del Rwanda,

Mutete Solidale e Kavumu Solidale, vi augurano buon anniversario Sacerdotale!

Molto caro Padre, il vostro 57 anniversario sacerdotale non è un semplice conteggio di un anno dopo un altro ma piuttosto una celebrazione di grazia che Dio ci ha offerto per salvare l'umanità attraverso la vostra Nuova Cultura di Italia Solidale. Solamente, vedendo i risultati positivi che noi beneficiamo attraverso tutto questo, ci auguriamo che questa cultura si spanda ovunque nel Sud del mondo e soprattutto nei paesi occidentali che vivono nel capitalismo materialista e nella tecnologia, che non rispettano la dignità della persona. Che Dio benedica Padre Angelo Benolli.

Le famiglie tutte di Mutete e Kavumu Solidale - Mondo Solidale

Testimonianze dei volontari del Sud del Mondo : Testimonianza di genitori di due bambini adottati a distanza, in Africa e in Sud America
Friday, 08 May 2009 16:00

Testimonianza di Charles Odongo, uno dei genitori dei bambini adottati a distanza di Pakwach Solidale – Italia Solidale (Uganda). Con Italia Solidale ha ritrovato la sua vita ed oggi può realmente amare...

Raquel Ortega è la mamma di un bambino adottato a distanza nella collaborazione all'interno di una “favela” in periferia di Buenos Aires. Oltre al dramma della povertà materiale, la sua famiglia ha vissuto il dramma della fame dello spirito...