Commento alla Parola del Giorno : Letture della settimana
Tuesday, 02 February 2016 10:45
"I miei occhi hanno visto la tua salvezza"
(Lc 2,22-40)

Così Padre Angelo Benolli e Padre Stephen oggi: 
 
 




Ascolta la sua spiegazione del Vangelo di oggi:
(02/02
/2016 - Durata c.a 10 min - Peso ca 20Mb)

Vai all'archivio -  Vangelo del giorno (link esterno)

 
"Come fare a calare questi contenuti nella nostra esistenza? La nuova cultura di vita che viene fuori dai 56 anni di esperienza sacerdotale, scientifica, antropologica e missionaria, di Padre Angelo Benolli, ci offre gli strumenti per entrare nella nostra storia e fare questo cammino. Vi invitiamo a leggere i suoi libri o a contattarci".
Dal sito Ioacquaesapone : La tua anima non è né mente né legge
Thursday, 21 January 2016 08:06

La tua anima non è né mente né legge

Ragionamenti, regole e schemi religiosi

non possono aiutare le persone a vivere nell’amore

 

Le forze di base della persona per il 90% sono nell'inconscio, ma il vero inconscio non è quello di Freud. Meno male che Freud ha scoperto l’inconscio, ma io ho cambiato completamente l’inconscio di Freud, perché non tratta l’anima e non tratta Dio. Ma nemmeno accetto una spiritualità o una scienza che non dicono che il 90% delle nostre forze sono inconsce. Dobbiamo liberarci da tutta una cultura vecchia, che esalta la mente e la ragione come è nell'esperienza dei Greci. E dobbiamo liberarci da una cultura tutta basata sulla legge come è in quella dei Romani. La loro cultura è sempre contro la persona, contro Dio e contro lo Spirito. E' sempre pertanto una cultura portatrice di dipendenze, di morte e di violenze e di malattie, come tutta la storia testimonia.

Occorre uscire da ogni forma di inganni e aiutare, senza sostituirsi, come Cristo, ad uscire da tutti gli inganni ogni persona, famiglia, società. Ma ci vuole un grande impegno per uscire da questi inganni, che sono dentro, proprio fissati sull'inconscio dei nervi. Per questo poi passano di generazione in generazione senza che mai nessuno li veda e li risolva.

Pensate cosa dobbiamo fare per ricostruirci. Quale amore e cultura ci vogliono? Pensate cosa hanno fatto a Cristo, perché avevano queste culture di morte. Prima l’hanno messo in croce, ma lui poi è risorto. E cosa hanno fatto poi i cristiani ingannati dalla mente e senza la coerenza dei bambini? Lui, Cristo, è stoltezza per la mente e scandalo per le leggi! Ma come è stato vissuto e testimoniato dai cristiani, che non si sono liberati dal porre prima della vita la testa dei Greci e la legge dei Romani?

  Padre Angelo Benolli (Fondatore e Presidente di Italia Solidale – Mondo Solidale)

dal sito ioacquaesapone

Commento alla Parola del Giorno : Letture della settimana
Monday, 18 January 2016 09:31
"Lo sposo è con loro
(Mc 2,18-22)


Così Padre Angelo Benolli oggi!
 

Ascolta la sua spiegazione del Vangelo di oggi:
(18/01/2016 - Durata c.a 10 min - Peso ca 20Mb)

Vai all'archivio - Vangelo del giorno (link esterno)

  
"Come fare a calare questi contenuti nella nostra esistenza? La nuova cultura di vita che viene fuori dai 56 anni di esperienza sacerdotale, scientifica, antropologica e missionaria, di Padre Angelo Benolli, ci offre gli strumenti per entrare nella nostra storia e fare questo cammino. Vi invitiamo a leggere i suoi libri o a contattarci".

 

Documenti del fondatore : PER LA LIBERTA’, LA DIGNITA’ E L’INDIPENDENZA DEI POVERI
Saturday, 16 January 2016 15:15

PER LA LIBERTA’, LA DIGNITA’ E L’INDIPENDENZA DEI POVERI

  1. Ho la gioia di comunicare con tutti voi, famiglie e comunità di Africa, India, Sud America e Italia e ringraziarvi per il vostro grande spirito e per l’immensità di vita e missione che, per grazia di Dio, stiamo vivendo insieme. 
  2. È una grazia che ci permette di vivere, sperimentare e testimoniare tutto l’ordine, il silenzio, la luce, la fede, la preghiera e la carità per ritrovare pienamente noi stessi, Dio e sane relazioni con gli altri e risolvere in Dio tutti i condizionamenti secolari inconsci che sempre provocano morte e sofferenza, specie tra i bambini.
  3. Tutta questa esperienza è un dono dello Spirito Santo per il Mondo di oggi, è molto concreta nella realtà di ciascuno di noi ed è espressa nei miei 10 libri e nei documenti che ho scritto.
  4. Tutta questa immensità sintetizzata in pochi e semplici punti, che tutti voi conoscete e che avete letto nei vari documenti e vi state impegnando a vivere nella vostra vita, nelle vostre famiglie, nelle vostre comunità, nelle vostre zone e nelle vostre missioni, è sempre in comunione con la linea unitaria di Spirito di Italia Solidale – Mondo Solidale.
  5. Nella semplicità, ogni famiglia della comunità si impegna nello Spirito e nella pratica ad: a) incontrarsi settimanalmente in comunità di 5 famiglie degne con i libri da me scritti e la preghiera comunitaria; b) individuare per ogni due comunità, d’accordo con il volontario di Italia Solidale a voi collegato, una persona degna che sostiene la vostra comunità nella completezza della missione; c) fare in modo che le comunità di zona ogni anno formano due nuove comunità nel Carisma; d) vivere tutti gli altri punti missionari che già conoscete e che sono espressi nei vari documenti e lettere che vi ho inviato ed in particolare nei documenti “il Carisma da vivere e proporre” “Nuovo Sapere e Nuovo Potere” ed i vari documenti di spirito e pratica contenenti l’”Ordine umano e missionario”.
  6. Tra tutti gli aspetti della missione, in questo momento il Signore mi chiama e ci chiama a cogliere, vivere e realizzare la grandiosità che ogni anno una famiglia della comunità possa sperimentare il far fare l’adozione a una persona degna del posto. È lo Spirito Santo oggi che attraverso il semplice movimento del far fare l’adozione vuole riempire ognuno di noi di grande dignità e libertà e, con questa pienezza di libertà e dignità, salvare l’umanità per non far morire i bambini, ma soprattutto facendoci partecipare al potente miracolo di Eucarestia, libertà e carità universale.
  7. Se l’adozione intercontinentale è già stata un vero miracolo di moltiplicazione perpetua dei pani e dei pesci nel nostro tempo, l’adozione da far fare ad un donatore del posto lo è molto di più.
  8. Dopo aver ricevuto l’adozione e dopo averla fatta, nel 2016 una prima famiglia di ogni comunità si è impegnata con gioia per farla fare, trovando un donatore locale.
  9. Anche la seconda famiglia della vostra comunità si è impegnata a trovare il donatore locale per il 2017, la terza per il 2018 e la quarta per il 2019. Se ancora non trovato, nello Spirito impegnatevi per provvedere immediatamente a trovarlo.
  10. Così, oggi abbiamo sia l’adozione fatta fare dalla prima famiglia che quella fatta fare dalla seconda e terza famiglia. Entro gennaio 2019, lo farà anche la quarta e nel 2020 la quinta famiglia. Ogni famiglia farà fare un’adozione nei cinque anni, nei tempi e modi giusti, e poi non farà fare più altre adozioni.
  11. Sappiamo che in tutto Mondo Solidale vi sono 5.000 comunità e se ognuna delle nostre comunità realizza questa sacra missione del far fare l’adozione, avremmo 5.000 adozioni ogni anno e 25.000 adozioni in 5 anni.
  12. Dopo cinque anni e dopo che ogni famiglia ha fatto fare una adozione, non sarà più necessario trovare ulteriori donatori, ma ci sarà solo la permanente e completa Eucarestia e Carità nella qualità.
  13. Ogni famiglia della comunità sarà collegata al donatore degno locale a cui ha fatto fare l’adozione, il quale rinnoverà l’adozione di anno in anno, e sarà collegata da noi di Italia Solidale, ad un bambino e ad una famiglia di un altro continente o stato. La famiglia dell’altro continente che riceve l’adozione e che fa già parte di una comunità, a sua volta fa fare un’adozione ad una persona vicina, che verrà collocata nella famiglia di cui ha ricevuto l’adozione. In questo modo ogni famiglia che fa fare l’adozione riceve anche l’adozione, in un grande movimento di dare e ricevere. Ogni famiglia avrà così due bambini adottati e due donatori con cui relazionarsi: uno in Italia ed uno nel Sud del Mondo.Questa è libertà, dignità, carità e grazia di immensa comunione.
  14. È una meraviglia! Ci saranno finalmente relazioni libere, eucaristiche e missionarie di qualità tra la famiglia della comunità che fa fare l’adozione, il donatore locale, il bambino e la famiglia dell’altro continente che riceve l’adozione e che a sua volta la fa fare.
  15. Questa sarà la liberazione e l’avvenire dell’umanità da voi costituita. Tutte le relazioni tra di noi e tra di voi avranno come fondamento il Carisma, cioè la cultura di vita e missione che noi proponiamo e così possiamo realmente essere Eucarestia e Carità di Italia Solidale – Mondo Solidale nel Mondo di oggi. Da ogni continente tutti parteciperemo allo stesso modo e tutti saremo collegati nella pienezza della missionarietà come Dio ci ha creato. Saremo noi poveri di tutto il Mondo i liberatori del Mondo, fuori da ogni struttura e legge umana e così, collegati dal Carisma, ad essere veri testimoni di Eucarestia e Carità e a salvare i bambini, le famiglie, le società e le culture ridotte del Mondo di oggi.
  16. L’importante è che voi vi relazioniate con cuore, continuamente fra tutti voi. Dovete avere ben chiaro che il donatore da voi trovato adotta e si mantiene in relazione con un bambino di un altro continente, ma superando le banche, i soldi e tutte le organizzazioni umane, il donatore da voi trovato darà sempre e solo i soldi a voi che lo avete trovato. Perché anche la famiglia dell’altro continente dove il vostro donatore ha l’adozione è come voi. Cioè è una famiglia della comunità di cinque famiglie, che ha trovato come voi un donatore locale, il quale fa l’adozione nuova nella vostra famiglia, come voi attraverso il donatore trovato, fate l’adozione nella loro famiglia.
  17. Quindi superando le banche e il denaro, voi riceverete i soldi dal vostro donatore trovato e così sarà anche per l’altra famiglia dell’altro continente che riceverà i soldi dal donatore che ha trovato. Quindi in tal modo riceverete i soldi per le due adozioni, sia dal donatore italiano che dal donatore che avete incontrato voi.
  18. Ma il vostro donatore non adotta il vostro bambino ma il bambino dall’altro continente.
  19. Da ciò risulta chiaro che per il Signore non sono i soldi che contano ma le relazioni di vera amicizia e carità intercontinentale.
  20. Cioè il Signore vi chiama ad una immensità di vita, libertà e carità per un Mondo Solidale. Infatti voi che riceverete in famiglia non una ma due adozioni gratuitamente, siete però chiamati ad avere valide e permanenti relazioni:  a. sia con il donatore italiano, b. sia con il donatore locale da voi coinvolto, c. sia con il donatore dell’altro continente che vi ha dato l’adozione, d. sia con la famiglia dell’altro continente che vi ha trovato il donatore.
  21. Inoltre se il donatore da voi trovato non può più pagare o interrompe l’adozione voi subito dovete avvisare la direzione di Italia Solidale. E subito trovate un altro donatore degno perché tutto sia a livello internazionale e perché tutto si conservi nella volontà di Dio. Questo è il vostro compito umano e missionario che dà vita a voi, ai vostri bambini, alla vostra famiglia e a tutta l’umanità vicina o lontana.
  22. Oggi abbiamo più bisogno di relazioni che di adozioni, denaro, leggi, dipendenze e false strutture di ogni genere. Con questa vostra carità di aver trovato un donatore del posto, il Signore pienamente vi ricompenserà. Così passiamo dai soldi o dalle adozioni, alle vitalissime relazioni familiari ed intercontinentali, le relazioni valgono di più dei soldi, delle banche e di tutte le disturbanti strutture umane. Io so che il Signore vuole e vi chiama in tal modo alla dignità, libertà e carità vera per il mondo di oggi e di domani e solo voi poveri potete fare tutto questo, ed acquistare si immensa dignità e libertà.
  23. Voi avete anche le meravigliose adozioni comunitarie intercontinentali e interstatali. Le relazioni per queste adozioni comunitarie intercontinentali e interstatali saranno compito non vostro, ma della persona degna che è vostro responsabile ogni due comunità, la quale ringrazio immensamente per tutto il servizio che compie.
  24. Con il Signore e con il nostro Carisma, stiamo realmente realizzando un mondo nuovo, libero dalle leggi e strutture umane, stiamo realizzando veramente un vero Mondo Solidale basato su Dio, i bambini, la famiglia, l’indipendenza e la carità dei figli di Dio.

 

L’importanza della restituzione a se stessi

 

  1. E’ una grazia immensa di vita poter partecipare a questa libertà e Carità universale che ci fa superare l’economia e ci fa toccare con mano che la povertà è la vera ricchezza che ci rende liberi dagli uomini per essere sempre e solo persone con Dio nella libertà e Carità.
  2. Per questo è molto importante la restituzione a voi stessi di tutto l’85% che anche quest’anno avete ricevuto e che restituirete a voi stessi. La restituzione a voi stessi è un modo concreto per esprimere le vostre energie personali in Dio, per essere sussistenti nello Spirito e nella pratica e poter partecipare con tutta la positività alla carità universale. Tutto questo fino ad ora lo abbiamo attuato con la comodità di un conto per tutta la comunità, ma sempre più ci orienteremo verso a singola famiglia.
  3. Quello che avete ricevuto, come sapete, viene dai meravigliosi volontari donatori collegati ai vostri bambini e che sono coinvolti su tutto il Carisma e che vanno sempre amati e rispettati. Voi sarete sempre in relazione con i donatori italiani, con i donatori locali del sud del Mondo, con i donatori intercontinentali e con i donatori interstatali. Quello che avete ricevuto fino ad adesso viene principalmente dai donatori italiani ma nel prossimo futuro sempre di più ci saranno donatori di ogni parte del Mondo e che voi avete trovato e ricevuto.
  4. Non sempre i donatori italiani possono dare tutta la cifra che avevano annunciato. In alcuni casi interrompono l’adozione o purtroppo partecipano parzialmente, ma voi ricevete sempre quello che i donatori hanno effettivamente versato.
  5. Questo ci richiama a relazionarci con molto più Spirito con tutti loro scrivendo delle profonde lettere accompagnate dalla foto del bambino adottato.
  6. Per l’immenso lavoro da parte dei grandi missionari di Italia Solidale, tratteniamo il 10% mentre per le molteplici esigenze delle missioni di Mondo Solidale tratteniamo il 5% di tutte le adozioni (dei donatori italiani, dei donatori locali, intercontinentali e interstatali).
  7. Tutto il restante 85% versato dai donatori è per i vostri bambini, le vostre famiglie e le vostre comunità.
  8. Voi siete delle grandi persone e delle grandi famiglie e comunità. Avrete sempre più la gioia immensa di partecipare alla grandiosità di Eucarestia e Carità universale che proponiamo e dove già contribuite con le vostre restituzioni. State già concretamente partecipando:  A). al grande dono che Dio ci ha fatto di superare l’economia con le adozioni intercontinentali, attraverso un semplice contributo pari a € 45; B) alla gioia di salvare un bambino nella zona di uno stato a voi vicino attraverso l’adozione interstatale. Voi sapete che la vostra zona ha fatto 10 adozioni interstatali nella zona di uno stato a voi vicino, ma nello stesso tempo avete anche ricevuto da loro 10 adozioni interstatali nella vostra zona. Anche questo si attua con un semplice contributo di 45 €. C)  al fondo giustizia missionaria con il 20% di quanto avete ricevuto e restituito a voi stessi. Questa cifra però verrà sempre utilizzata per voi stessi e nello specifico: a .il 10% per le nuove adozioni intercontinentali che verranno attivate dalle nuove comunità, che riceveranno il dono del primo anno di 300€ come successo anche a voi; b. il 10% per il capannone che verrà costruito da voi nella vostra zona per i vostri incontri e per fare commercio creativo tra voi per uscire dalla schiavitù delle multinazionali.
  9. Per evitare inutili e costosi trasferimenti bancari e per rimanere semplici, sappiamo che voi siete felici che noi amministriamo direttamente per voi la quota dei punti a) b) e c) nel modo in cui abbiamo concordato e vi ringraziamo per la vostra meravigliosa disponibilità a partecipare al piano di Dio.
  10. Concretamente ricevete sul vostro conto la quota al netto della somma da noi amministrata per vostro conto, che vi viene comunicata dal volontario di Italia Solidale a voi collegato e che potete visionare sull’estratto conto. Questa cifra si somma alla quota derivante dalle restituzioni dell’anno precedente, ed anche alla quota che vi dà il donatore locale da voi trovato che adotta a distanza un bambino di un altro continente.
  11. Avete a vostra disposizione, pertanto, tutto l’85% che utilizzerete in attività creative e generatrici di reddito per esprimere i vostri talenti, essere sussistenti e restituire tutto a voi stessi ogni anno.
  12. Sia quando arrivano le donazioni sul vostro conto che quando le avete restituite a voi stessi, siete chiamati ad inviarci copia dell’estratto conto che noi visioniamo ed archiviamo.

Mantenete una stretta relazione eucaristica con me, con i volontari di Italia Solidale e con tutti  i donatori italiani, i donatori locali, i donatori intercontinentali ed i donatori interzonali.

Rimaniamo sempre persone degne, eucaristiche e missionarie come la Madonna con le nostre famiglie, comunità, zone per un’ “Italia Solidale” e un “Mondo Solidale”, per vivere la pienezza di vita indipendente e libera, con noi, con le nostre famiglie, comunità, zone e missioni, nella pienezza eucaristica con Dio e tra di noi e per realizzare, nello Spirito e nella pratica, la missione a cui Dio ci chiama per salvare l’umanità nel nostro tempo, che è quella del  far fare l’adozione nel Carisma a persone degne locali per vivere, testimoniare e diffondere una vera e autentica civiltà nell’amore, che solo i poveri possono realizzare.                                                                                                                                                                

Che il Signore vi benedica

                                                                                                                                                               Padre Angelo Benolli O.M.V

                                                                                                                                                                Presidente e fondatore

                                                                                                                                                                  di Italia Solidale – Mondo Solidale

Commento alla Parola del Giorno : Letture della settimana
Wednesday, 13 January 2016 10:45
"Gesù guarì molti che erano afflitti da varie malattie
(Mc 1,29-39)


Così Padre Angelo Benolli oggi!


Ascolta la sua spiegazione del Vangelo di oggi:
(12/01/2016 - Durata c.a 10 min - Peso ca 20Mb)

Vai all'archivio - Vangelo del giorno (link esterno)

  
"Come fare a calare questi contenuti nella nostra esistenza? La nuova cultura di vita che viene fuori dai 56 anni di esperienza sacerdotale, scientifica, antropologica e missionaria, di Padre Angelo Benolli, ci offre gli strumenti per entrare nella nostra storia e fare questo cammino. Vi invitiamo a leggere i suoi libri o a contattarci".

 

Dal sito Ioacquaesapone : Acqua&Sapone adotta 150 bimbi
Thursday, 07 January 2016 09:44

Acqua&Sapone adotta 150 bimbi

Non la solita beneficienza, ma un modo tutto nuovo di aiutare i bambini

La catena Acqua&Sapone sceglie Italia Solidale per salvare 150 bambini, fra i più poveri del mondo, attraverso l'adozione a distanza. Ogni punto vendita sarà collegato ad un bambino di cui verrà affissa la foto nel negozio, con alcune notizie relative alla sua situazione e a quella del suo villaggio, per stimolare i clienti ad attivare un'altra adozione. Intervistiamo Massimiliano Cecchini, amministratore di Gruppo Sda, che gestisce i punti vendita Acqua&Sapone di Piemonte, Liguria, Lazio e Sardegna.

Perché lei ha personalmente ideato e fortemente voluto questa iniziativa?

«Perché conosco bene quanto meravigliosi siano i bambini, ma anche quale situazione di povertà esiste in certi paesi come l'Uganda, di cui anni fa ho visitato alcuni villaggi».

Perché scegliere l'associazione Italia Solidale?

«Per arrivare ad aiutare gli ultimi del mondo occorre avere un cuore grande, come quello di questi volontari, ma scegliamo Italia Solidale anche perché trattiene solo il 10% delle somme donate, tutto il resto va ai poveri.
Ho sentito dire che la maggior parte delle altre organizzazioni trattiene, per il proprio funzionamento, anche oltre il 50% e in alcuni casi si arriva al 90%. Succede specialmente in quelle più grandi, che sono vere e proprie multinazionali, nelle quali i dirigenti spesso guadagnano stipendi troppo elevati rispetto agli obiettivi».

Come è nata questa idea?

«I titolari della Card Acqua&Sapone raccolgono punti (bolle) per aver premi e sconti. Ad alcuni interessano prevalentemente gli sconti, per cui non trasformano le bolle accumulate in premi. Ora, a fine anno, si conclude la raccolta e tutte le bolle non consumate entro fine gennaio saranno devolute ad Italia Solidale».

Quindi in un certo senso partecipano anche i clienti?

«Si, infatti ringraziamo pertanto tutti i clienti che parteciperanno lasciando in donazione le loro bolle, perché saranno trasformate in altrettanti sorrisi di bambini. Grazie inoltre a questa nuova cultura di sviluppo di vita che P. Angelo Benolli ha affinato in 50 anni di aiuto, di studi e di amore verso i bambini di tutto il mondo».

dal sito ioacquaesapone