Generale : 14 marzo 2017, 58 anni di Sacerdozio, le parole non bastano, neanche le rime
Giovedì, 16 Marzo 2017 09:51

14 marzo 2017, 58 anni di Sacerdozio, le parole non bastano, neanche le rime

Meditando sul tuo sacerdozio i gioghi spezzati (Isaia 58)

nei milioni di persone toccati dal tuo sacerdozio ed esce fuori questo ringraziamento a Dio

 

Gioghi di parola spezzati

Oggi la Parola di Dio nella persona incespica per via del passato che è presente e si ritrova schiava, vittima di un giogo…di Parola: la persona non si esprime e anche se è bloccata nella ripetizione mancavano scioglilingua nuova e punti (e virgole) di riferimento perché il filo non si perdesse più e la persona si ritrovasse. Per questo ed altro P.Angelo 58 anni fa si fa Sacerdote si sposa con Dio (ma senza dote) e trova nuove ricette per nutrirci di Cristo e spezzare il giogo facendo sul serio, mentre il sorriso sulle sue labbra annuncia senza tregua tempi duri per il diavolo fissato negli occhi, per vederlo e risolvere interrogativi secolari ma anche spirituali che l'uomo (e la donna ) affronta da sempre ieri oggi e domani…che non è un altro giorno ma è registrato nel presente anche in chi è assente e non ha occhi per vedere ma solo cuore che duole. Da vero maschio va sempre diretto in modo non direttivo si si no no, il resto non resta se non lasci nulla di incompleto e vai fino in fondo. L’inconscio alla luce vera ha un bel colore ma nel mondo mancava il calore che serviva ad ogni bambino. Col suo bastone ed il vincastro che danno sicurezza P. Angelo pastore canta e picchia sodo sulle sinapsi addormentate e toglie i cuscini a chi vuol riposare per morire come invece vuole il diavolo che non perde occasioni per ostacolare. Con…tento ma solo con Dio grida a squarciagola senza riguardo e non si stanca mai di amare: non basta ciò che ottiene ma anche non bast…ona chi coerente va fino in fondo e degnamente prende la sua croce con Cristo, con Luce fede carità vince i contrasti risorge e fa risorgere.  Oggi solo cosi ci si avvicina a Dio a se e gli altri e veri sacerdoti si arriva a parlare lingue nove ma anche otto sette sei… Il suo sacerdozio è lungo e ricco di frutti e fiori già rdini profumati: un lungo cammino da Trento atrentacinquemila, unici ma gemellati con Dio per essere veri come in cielo cosi in territori fioriti. Amen

Lode a Dio e infinite preghiere per te senza parole ma con molta vita ricevuta vissuta e testimoniata.  

dono di Marco Casuccio a Padre Angelo Benolli

Generale : 58° Anniversario di Sacerdozio di Padre Angelo Benolli
Lunedì, 13 Marzo 2017 17:21

58° Anniversario di Sacerdozio di Padre Angelo Benolli

 

 Il 14 Marzo 2017 abbiamo la gioia di celebrare il 58mo anniversario di sacerdozio di P.Angelo Benolli O.M.V.

"Oggi sacerdote per nutrirvi di Cristo" diceva il ricordo della sua ordinazione nel 1959. E davvero così è stato. Oggi, infatti, grazie proprio a questo sacerdozio, oltre 2 milioni e mezzo di persone in Italia, Africa, India e Sud America stanno ritrovando se stesse, una fede autentica che entra e risolve i drammi della vita, e veri e profondi scambi di vita nelle famiglie, nelle comunità e a livello intercontinentale. Tutto senza strutture, senza dipendenze, senza "capi", ma solo persone povere, che ritrovano pienamente la dignità per cui sono state create e scelgono di viverla, di testimoniarla, di passarla ad altri.

Perché tutta questa immensa e meravigliosa realtà è stata possibile? 

Con la poesia che segue, Davide de Maria rende un vero omaggio alla vita e al sacerdozio di P.Angelo e mostra che tutto quello che c'è oggi nasce dal fatto che P.Angelo si è sempre mantenuto con le sue forze personali e con Dio prima che con gli uomini, e proprio per questa continua libertà in Dio, ha saputo entrare con luce e carità nella vita delle decine di migliaia di persone di ogni ceto sociale, religione e cultura che a lui si rivolgevano.

Generale : Italia Solidale su Rai Due
Venerdì, 24 Febbraio 2017 13:51

Italia Solidale su Rai Due

Lunedì mattina 27 febbraio 2017 alle 9.50 andrà in onda su Rai Due

"10 minuti di..." speciale su Italia Solidale - Mondo Solidale

Generale : Dall'Africa e dal Sudamerica, per aiutare gli italiani
Mercoledì, 08 Febbraio 2017 11:50

Dall'Africa e dal Sudamerica per aiutare l'Italia

 Scovia dall'Uganda, Faith dal Kenya e Mercédes dal Paraguay

qui per testimoniare agli italiani il loro grande sviluppo di vita e missione 

  


Testimonianza di Scovia

Caro Padre Angelo Benolli, mi sento felice di poter far parte della Nuova Cultura di Vita che viene dallo Spirito Santo tramite te, Padre Angelo, fondatore di Italia Solidale. Questo è stato una vera salvezza per la mia vita! Sono nata in una famiglia dove non c’era nessun rispetto e amore per la bambina che ero. Mio padre era alcolizzato e violento mia madre molto passiva e non ha mai fatto fronte e di conseguenza noi figli vivevamo nella continua paura e in una totale mancanza di relazione.

Prima dell’arrivo di questa cultura ho sofferto moltissimo ma senza capire cosa era successo nella mia vita. Ringrazio Dio per il dono del documento il Carisma da vivere e proporre, che insieme agli altri libri di Padre Angelo, ha portato amore e resurrezione alle persone che soffrono qui nella nostra missione e nel mondo. Ho iniziato a leggere e piano piano ho colto che il bambino ha bisogno di un rispetto completo e amore come Dio che l’ha creato nel Suo Vero Amore e indipendenza!

Malga Zures : Serafino Benolli. Il dono di una persona , di un uomo del Trentino all’Umanità
Giovedì, 26 Gennaio 2017 12:02

Il dono di una persona, di un uomo del Trentino all’Umanità 

 

Oggi 19 gennaio 2017 sono 4 anni che Serafino Benolli è tornato al Padre. Nel suo testamento Serafino ha fatto una richiesta, di essere ricordato alla gente del Trentino attraverso questo giornale, e non che ricordassimo lui, ma di ricordare l’opera meravigliosa che Dio attraverso di lui compie a Malga Zures sul Monte Baldo a Nago-Torbole.

Oggi Malga Zures  è un Opera Meravigliosa donata da Serafino attraverso suo fratello Padre Angelo Benolli a Italia Solidale – Mondo Solidale per i sofferenti nello Spirito e nel Corpo del Mondo di oggi.

Da questa opera meravigliosa abbiamo oggi già fatto dei Giardini in Italia di persone che rifioriscono e nel Sud del Mondo con oltre 2.500.000 di persone che ritrovano la vita e la dignità e tutto questo ha come centro  Malga Zures

E’ QUESTO IL DONO E RICORDO VIVO OGGI DI Serafino Benolli che con Dio vive e fa vivere attraverso Malga Zures  VERO CENTRO EUCARISTICO MISSIONARIO NEL MONDO DI OGGI

Vai agli articoli: Articolo 1 - Articolo 2 - Articolo 3

Donato Leone in comunione con Padre Angelo Benolli e i volontari di Italia Solidale - Mondo Solidale

Generale : Italia Solidale su Rai Tre
Venerdì, 20 Gennaio 2017 08:19

Italia Solidale su Rai Tre

Questa mattina Venerdì 20 gennaio 2017 alle 10.55

andrà in onda su Rai Tre "10 minuti di..." speciale su Italia Solidale - Mondo Solidale

Generale : Partenza dei nostri volontari per la missione in India
Lunedì, 09 Gennaio 2017 10:08

Partenza dei nostri volontari per la missione in India

 

Sono 14 i volontari di Italia Solidale che partiranno oggi, lunedì 9 gennaio 2017, per visitare le nostre missioni esistenti in 4 stati dell'India. Il viaggio prevede un Meeting Nazionale indiano a Bangalore, dall'10 al 15 gennaio, a cui parteciperanno circa 100 volontari locali provenienti dalle varie missioni e la successiva visita alle 29 missioni presenti in Andhra Pradesh, Assam, Karnataka, Kerala e Telangana. I volontari responsabili delle missioni, si tratterranno per circa 2 mesi. Insieme a loro partirà anche P. Stephen Ndegwa. In comunione con Padre Angelo Benolli, rimaniamo uniti nella preghiera, perché anche questa nuova esperienza missionaria porti abbondanti frutti di vita in tutto il mondo, nel servizio al Signore, alla Sua Creazione e al Suo progetto di Salvezza per ognuno, nel solco tracciato dal "Carisma da vivere e proporre". Chiediamo alla Madre Maria di benedirci e di sostenerci in questa nuova impegnativa esperienza.

 

 

 

"Indiani d'Italia"

 

C'è chi parte e c'è chi resta
Ma siamo insieme parte della stessa festa,
dell'unica missione! Non c'è alcuna differenza:
far la volontà di Dio, che è di diavoli star senza!

Angeli inviati dal Signore,
andate in India a Bangalore!
Armati di Spirito nel Carisma,
siete voi della Luce un prisma
per illuminar le falsità dei secoli
esser strumenti di Dio, operar miracoli,
scacciar serpenti e parlar lingue nuove:
lo Spirito in voi opera e si muove!

In India, di Dio e anima han vissuto
ma il diavolo ha un gran fiuto:
nella sterilità forzata, la donna è resa schiava
e la relazione l'uomo impotente schiva.
La rimozione è stata fatta
e di morti si fa tratta
in matrimoni senza amore
in cui il bambino si ammala e muore.

Se partecipi, la croce di Gesù tutto cura.
Tu resta in Dio e abbatti le mura
dell'inconscio e dell'isolamento:
questo è vero oro e argento!

Operai che raccolgono le messi,
salvate i bambini, le famiglie e voi stessi!
Grazie per quello che siete,
il mondo del Carisma ha sete!
Fate e fate far adozioni, capannoni e relazioni.
L'India vi aspetta da generazioni!

Tutto è stato in dettaglio preparato
da voi e ancor prima dal Signore, che tutto ha già creato.
Nella Madre, disponibili e splendenti
sanate voi e le vostre menti.
Rompete il chiavistello, aprite all'amor l'anima,
alla montagna di Dio arrivate in cima!

Volate, partite per andare,
non c'è distanza nemmeno se c'è il mare!
La Trinità vuole solo comunione.
Nel nome del Padre, sacra sia l'unione
tra India e Italia, missione e vita.
Nelle mani di Dio, siam tutti creta.

Siamo trame intrecciate nelle maglie
della sanata veste che per noi Dio vuol: figli e famiglie.

Partite per andare e poi per permanere!

Dio vi chiama a partecipare
alla vita degli altri ed alla vostra.
Al ritorno, dei disegni di Dio, siate la mostra!
Che l'amore di Dio sia la missione
per trovar il cuor del Salvatore
e portarlo in tutto il mondo
fin nel luogo a te più lontano, il tuo profondo.

Partite per andare, ma pure per tornare!
è ora, i ghiacci devon scongelare.
Far scorrere la volontà del Signore
vuol dire anche sentir battere il tuo cuore
per stare per sempre accanto a chi ormai non ha più fretta,
a chi in silenzio, in una mangiatoia, in libertà, da sempre e per sempre, ti aspetta

(Poesia e disegno di Silvia Neposteri, volontaria di Italia Solidale)