Generale : E' salita al cielo Lucy, la mamma di Padre Stephen Ndegwa
Venerdì, 29 Marzo 2019 10:45

E' salita al cielo Lucy, la mamma di Padre Stephen Ndegwa

Lucy ora è viva! Preghiamo e le auguriamo la resurrezione e la pienezza dello Spirito Santo per avere la pienezza della vita eterna. (Padre Angelo Benolli)

 

Padre Angelo Benolli, i volontari e tutte le famiglie di Italia Solidale - Mondo Solidale, partecipano con preghiere a questo momento di passaggio della vita di Lucy, a P. Stephen e tutta la sua famiglia. 

Per inviare un messaggio a P. Stephen scrivete a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Dal sito Ioacquaesapone : Non basta manifestarsi per essere in spirito, verità e libertà - di P. Angelo Benolli
Mercoledì, 20 Marzo 2019 10:44

Non basta manifestarsi per essere in spirito, verità e libertà

Come fare emergere tutta la ricchezza e l’ordine delle energie personali?

Il peccato contro lo spirito personale è talmente diffuso che molte persone non hanno quasi mai il coraggio di manifestarsi. Sono spesso chiuse o partecipano anche a molte riunioni, ma è tale il loro impoverimento interiore che per lo più ascoltano, s’adattano, giudicano, si compromettono, ma non hanno mai il coraggio di manifestarsi. 
 
Questo stato di impedimento e soffocamento personale ci dovrebbe far riflettere. Sicuramente tale stato non è umano e ancor meno cristiano. Questo c’insegna che tipo di spiritualità possa esistere quando, più che far emergere tutta la ricchezza e l’ordine delle energie personali, si crede sia lecito sovrapporsi ad esse per determinarle con leggi o fini sociali. Credo che nel passato, più che nel presente, questo tipo di cultura e di falsa spiritualità purtroppo sia stata presente a tal punto che le persone non potevano e nemmeno osavano manifestarsi.
 
Oggi molte persone non possono manifestarsi, non tanto perché condizionate da leggi o fini sociali, ma perché, per gravi disordini personali e relazionali, hanno talmente ridotto le loro energie personali che ormai con molta difficoltà si manifestano. Altri non accettano di mortificare così profondamente la loro personalità e si manifestano reagendo a tanti soprusi con indignazione ed anche con reazioni rabbiose e violente. Se il subire è sempre masochistico, il reagire, il manifestarsi rabbioso fa meno male, ma è sempre sadico. Inoltre molti, per non subire e per non colpire, si manifestano, ma solo parzialmente. Tutto questo, in proporzione, fa male alla persona e non permette alle sue energie di manifestarsi in pienezza. 
Generale : Così Padre Angelo Benolli e Padre Stephen Ndegwa oggi
Martedì, 19 Marzo 2019 13:46
"Giuseppe fece come gli aveva ordinato l'angelo del Signore"
(Mt 1,16.18-21.24)
 
Così Padre Angelo Benolli e Padre Stephen Ndegwa oggi
 

 

 

19/03/2019

Ascolta la spiegazione delle Letture del giorno

Vangelo del giorno (link esterno)

Vai all'archivio dei giorni precedenti

 

 

 

 

 

 

"Come fare a calare questi contenuti nella nostra esistenza? La nuova cultura di vita che viene fuori dai 59 anni di esperienza sacerdotale, scientifica, antropologica e missionaria, di Padre Angelo Benolli, ci offre gli strumenti per entrare nella nostra storia e fare questo cammino. Vi invitiamo a leggere i suoi libri o a contattarci".

 

 

Dal sito Ioacquaesapone : Non basta riunirsi per essere in spirito e verità - di P. Agngelo Benolli
Martedì, 19 Marzo 2019 08:45

Non basta riunirsi per essere in spirito e verità

Nel mondo così formale e materialistico è difficile trovare o formare famiglie e comunità autentiche dove si vedano e si risolvano i problemi personali e interpersonali

Molte persone sono state così poco rispettate, così incomprese e disturbate nelle loro energie personali che non credono più alla validità di qualsiasi incontro. 

Sentono che hanno estremamente bisogno di scambiare, ma hanno anche l’esperienza disastrosa di riunioni superficiali, formali, dove, più che promuovere, risolvere e rispettare tutta la vera dignità, si chiede alla persona di adattarsi a direttive interessate, legalistiche o razionali. Quasi mai si coglie, si ascolta, si scambia e si serve la propria e l’altrui realtà di vita. Sono queste riunioni di vita e di vita cristiana? Come può, qualcuno che non è ricco di contenuti o qualità di vita come Cristo, scambiare o riunirsi autenticamente con un’altra persona? 

Lo scambio senza le qualità e i contenuti necessari è sempre un’esperienza di vita negativa, di conseguenza molte persone non credono più a questo tipo di riunioni. Preferiscono isolarsi o compensarsi in altri surrogati, tutt’al più si adattano ad incontri formali e superficiali. Il peggio poi è che, rimanendo a lungo in questo stato di scambio non autentico e in questo isolamento, le energie vitali dell’individuo ne risentono a tal punto che pian piano scompaiono fino al punto che la propria persona viene percepita inutile, impotente, incapace di avere proprie autentiche manifestazioni e validi scambi.
Generale : 60° ANNIVERSARIO DI SACERDOZIO DI PADRE ANGELO BENOLLI OMV
Lunedì, 11 Marzo 2019 12:09

60° ANNIVERSARIO DI SACERDOZIO DI P. ANGELO BENOLLI OMV

Festa della Grazia di Dio che ha suscitato il Sacerdozio di P. Angelo, ha sostenuto la sua risposta personale e la sua fedeltà e l’ha benedetta fino a “nutrire di Cristo” in modo nuovo ed unico il mondo intero

 

Giovedì 14 marzo 2019 ore 9.00 Chiesa Santa Maria del Pianto

Via Santa Maria de Calderari - Roma

Per inviare gli auguri a Padre Angelo Benolli scrivi a: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

L’azione della Grazia di Dio nella persona di Padre Angelo Benolli e la sua risposta personale, la sua tenuta, la sua fedeltà benedetta dalla fecondità del Sacerdozio che oggi nutre di Cristo in modo nuovo ed unico il mondo intero. Dalle testimonianze di vita di tutto il mondo emerge come partendo dalla sua persona con Dio, la Grazia è passata alle persone attorno a P. Angelo in Italia fino ai confini della terra nelle missioni, per poi tornare in Italia attraverso i giardini presenti in tutte le regioni d'Italia, dando così nuova Luce, Fede e Carità per salvare il mondo dall’inconscio alla missione e ai gemellaggi intercontinentali.

La giornata del 14 Marzo è una festa della Grazia di Dio che ha suscitato il sacerdozio di P. Angelo. Per celebrare questo Sacerdozio unico e fecondo ognuno è chiamato ad essere sacramento con Dio e con Padre Angelo, dunque a partecipare con gioia al Signore e a P. Angelo, facendo parlare la propria vita in vari modi creativi e di servizio, il tutto a lode del Signore che fa nuove tutte le cose e a ringraziamento a P. Angelo per i doni ricevuti attraverso il suo sacerdozio. 

Ti guiderà sempre il Signore, ti sazierà in terreni aridi, rinvigorirà le tue ossa; sarai come un giardino irrigato e come una sorgente le cui acque non inaridiscono…La tua gente riedificherà le antiche rovine, ricostruirai le fondamenta di epoche lontane. Ti chiameranno riparatore di brecce, restauratore di case in rovina per abitarvi… Is 58,1-14

 Padre Angelo Benolli (Fondatore e Presidente di Italia Solidale – Mondo Solidale)

Documento d'Insieme di Italia Solidale - Mondo Solidale

Generale : Domenica 27 gennaio celebriamo la festa della Madonna del Pianto
Sabato, 26 Gennaio 2019 11:09

Domenica 27 gennaio celebriamo la festa della Madonna del Pianto

"Grazie al Carisma cogliamo la necessità antropologica del tuo essere Madre per ciascuno di noi, del Corpo e Sangue di Cristo, della Sua Potenza Eucaristica, presenza Universale nelle relazioni degne"

Mentre lascio questa meravigliosa terra di Othaya Solidale in Kenya, così palpitante di natura, così vicina alla Creazione del Padre, mi rivolgo a te, dolcissima Madre del Pianto. 

Ringrazio profondamente ed immensamente Dio per averti creata. Sei la donna piena di Grazia. La tua anima gioisce e rende Gloria alla Creazione, alla Redenzione, alla Santificazione della SS Trinità. La tua sessualità è pura, forte, irrorata dallo Spirito nel Vero Amore. I tuoi nervi sono un concerto di sinapsi, che emanano un suono melodioso in armonia con lo Spirito, con la Sessualità nell’Amore. Il tuo corpo è pienamente sviluppato, espressione della meraviglia della realtà inconscia di ciascuna persona. La tua mente è ricca di tutte le energie dell’Albero della Vita ed è in grado di esprimere la Sapienza Sacramentale ed Eucaristica, fuori da ogni diavolo. Per tutto questo, non potevi attraversare l’esperienza della morte. Sei viva per sempre. 
Grazie per il tuo essere Femmina e Missionaria. Grazie per il tuo essere Sessuata nella Relazione d’Amore. Grazie per aver scelto di essere Madre di Dio, Madre del Cristo, Madre dell’Umanità. Grazie per la Tua testimonianza di Persona Sacramento con la SS Trinità, umile, staccata, silenziosa e rispettosa del Piano Divino per l’Umanità. 
Tutta l’Umanità attendeva la tua venuta come madre del Messia, Profeta per eccellenza, Sacerdote per Sempre, il Nuovo Potere, l’Unico in grado di aprire il Sigillo del Libro della Vita. 

Grazie Madre per essere intervenuta nella Storia, nel lontano 10 gennaio 1546 nel Ghetto di Roma. Grazie per le tue lacrime. Grazie perché sei stata la Sentinella della Nuova Profezia dello Spirito Santo nel nostro tempo, attraverso Padre Angelo. 
Le tue lacrime hanno denunciato l’inganno dei due giovani: l’uno intento a colpire ed uccidere l’altro per le sue ferite spirituali, sessuali, fisiche mentali e relazionali inconsce di mancanza d’Amore, tuttavia disponibile ad una relazione di luce, pace e perdono; l’altro ingannato dalla falsa spiritualità, dalla sessualità fissata sul non amore, che tradisce la disponibilità dell’altro ed inganna se stesso e la relazione. 
Le tue lacrime danno luce alla condizione universale di sofferenza dell’anima, della sessualità, dei nervi, del corpo, della mente e delle relazioni. Le tue lacrime rivoluzionarie lanciano un messaggio all’uomo di ogni tempo e sono Profezia di una Nuova Sapienza Eucaristica Universale. 
Ringrazio Dio che oggi questa Profezia si sia avverata grazie alla tenuta, alla libertà, alla coerenza, alla forza sessuata nell’Amore di Padre Angelo Benolli, Oblato a Te, Maria Vergine del Pianto, Bambina dello Sviluppo di Vita e Missione. 
Quando tu , Madre Preziosissima, hai pianto, il prete spagnolo si è fermato al miracolo. La gente si è fermata al fatto soprannaturale e ha costruito la Chiesa di Santa Maria del Pianto. Dio, però , voleva molto di più . Tu annunciavi la Profezia di Dio: quella di permettere all’Umanità di accogliere la Nuova Azione dello Spirito Santo attraverso il Sacerdozio di Padre Angelo Benolli nella Sostanza Costitutiva, Redentiva e Santificatrice del Carisma di Sviluppo di Vita e Missione. 

Generale : Non basta riunirsi per essere in spirito e verità - di Padre Angelo Benolli
Sabato, 19 Gennaio 2019 11:23

Non basta riunirsi per essere in spirito e verità

Nel mondo così formale e materialistico è difficile trovare o formare famiglie e comunità autentiche dove si vedano e si risolvano i problemi personali e interpersonali

Molte persone sono state così poco rispettate, così incomprese e disturbate nelle loro energie personali che non credono più alla validità di qualsiasi incontro. 

Sentono che hanno estremamente bisogno di scambiare, ma hanno anche l’esperienza disastrosa di riunioni superficiali, formali, dove, più che promuovere, risolvere e rispettare tutta la vera dignità, si chiede alla persona di adattarsi a direttive interessate, legalistiche o razionali. Quasi mai si coglie, si ascolta, si scambia e si serve la propria e l’altrui realtà di vita. Sono queste riunioni di vita e di vita cristiana? Come può, qualcuno che non è ricco di contenuti o qualità di vita come Cristo, scambiare o riunirsi autenticamente con un’altra persona? 

Lo scambio senza le qualità e i contenuti necessari è sempre un’esperienza di vita negativa, di conseguenza molte persone non credono più a questo tipo di riunioni. Preferiscono isolarsi o compensarsi in altri surrogati, tutt’al più si adattano ad incontri formali e superficiali. Il peggio poi è che, rimanendo a lungo in questo stato di scambio non autentico e in questo isolamento, le energie vitali dell’individuo ne risentono a tal punto che pian piano scompaiono fino al punto che la propria persona viene percepita inutile, impotente, incapace di avere proprie autentiche manifestazioni e validi scambi.
Pensate cosa può succedere quando questo tipo di riunioni viene sperimentato in una coppia, in una famiglia. Purtroppo, nel mondo così formale e materialistico in cui tutti ormai viviamo è difficile trovare o formare delle famiglie e comunità autentiche dove non solo si scambi in pieno, ma si vedano, si affrontino e si risolvano anche tutti i problemi personali e interpersonali che sono così radicati e presenti in molte persone e che sono alla base di tante incomprensioni, separazioni e divorzi. Moltissime riunioni non fanno emergere, e quindi ancor meno risolvono, questo tipo di problemi personali che sono alla base dei disagi e che procurano delle difficoltà di scambio.
 
Credo che questa sia una grande mancanza di vera spiritualità e di autentico servizio ai bisogni della persona, della coppia, della famiglia e di qualsiasi altro tipo di riunione comunitaria. Se è encomiabile aiutare le persone ad uscire dalla solitudine e dall’isolamento massacranti proponendo loro d’incontrarsi nelle forme più svariate, è però necessario andare oltre.
Vi saranno riunioni feconde, vere, solo impostando incontri personali e interpersonali capaci di far emergere, riparare e risolvere i vari problemi inseriti e fissati in ognuno. 
 
È necessario cioè scoprire e autenticamente risolvere tutte quelle difficoltà che impediscono l’espressione delle energie personali dell’anima, del sesso e del corpo, della propria vita. Questi incontri, vissuti con l’intensità dovuta, sono indispensabili a chi vuole ritrovare la vita, ripararla e scambiarla autenticamente nella coppia, nella famiglia e nella comunità culturale di servizio e di lavoro. 
Le persone, le coppie, le famiglie oggi hanno bisogno dell’esperienza di questo nuovo tipo di riunioni. 
 
Per realizzare tutto questo è necessario che ci siano persone ricche di spirito e competenza come Cristo e la natura vogliono. Se questo è necessario, perché questo ancora non si attua? 
Il vero male è inserito in una prassi personale, relazionale e culturale, che ancor oggi si sviluppa attraverso un arrabattarsi in tanti incontri vissuti con l’ignoranza, la chiusura e l’impotenza ad accostarsi, a vedere e ancor più autenticamente a risolvere tanti problemi personali e quindi relazionali che portano tanto massacro nelle coppie, nelle famiglie e nelle comunità di lavoro e di spirito nel mondo attuale. 
 
Ormai non è più sufficiente riunirsi. Non possiamo fare la fine dei cicisbei davanti ai sanculotti. Se non vediamo e non interveniamo nel modo in cui richiede la vita di milioni di persone, noi tutti saremo ghigliottinati peggio dei cicisbei. Formarsi culturalmente in Cristo e affrontare in spirito e verità i tanti mali che condizionano oggi le persone e di conseguenza le relazioni familiari e sociali è compito morale di ogni spiritualità e cultura. 
 
Dal sito Ioacquaesapone : Figli che collaborano con Lui - di Padre Angelo Benolli
Martedì, 11 Dicembre 2018 17:12

Figli che collaborano con Lui

Oggi più che mai, per risolvere tanti mali personali e familiari, è necessaria un’autentica personale e filiale collaborazione con Dio

iamo nel tempo del Natale. Prima della nascita di Gesù, celebriamo la grandiosa festa dell’Immacolata Concezione della Madonna. Lei, nel suo “Magnificat”, già predisse che tutte le generazioni l’avrebbero chiamata beata. La Madonna è una persona immacolata, cioè piena di tutte le energie personali, senza alcun disordine o riduzione. È piena di Grazia. Il Signore è pienamente con lei. Proprio perché completa nelle forze umane e di Dio, essa ama, è Madre di ogni persona. 

Il sommo poeta Dante la presenta così:

“Vergine madre, figlia del tuo Figlio,
umile e alta più che creatura,
termine fisso d’etterno consiglio
tu se' colei che l’umana natura
nobilitasti sì, che 'l suo fattore
non disdegnò di farsi sua fattura. [...]
Donnan se' tanto grande e tanto vali,
che qual vuol grazia e a te non ricorre
sua disïanza vuol volare sanz’ali.
La tua benignità non pur soccorre
a chi domanda, ma molte fïate
liberamente al dimandar precorre.
In te misericordia, in te pietate,
in te magnificenza, in te s’aduna
quantunque in creatura è di bontate”
 
La Madonna è figlia di Dio, umana, libera e ricca di amore: così è la potenza basilare, ossia l’“Io potenziale” di ogni persona. Ogni persona, in potenza, è veramente come la Madonna, piena di vita, piena di Dio piena di forze che si realizzano solo nell’amore. Ogni persona ha queste ricchezze e si ritrova ricca, viva e libera solo in esse. Così Dio ci ha creato, come la Madonna che schiaccia la testa di ogni diavolo.
Dal sito Ioacquaesapone : Lettera di Natale proprio per te (molto personale) - di Alberico Cecchini
Venerdì, 30 Novembre 2018 09:49

Lettera di Natale proprio per te (molto personale)

Presto mi ringrazierai per queste parole come già fanno altre 1.000 persone e più

Come posso tenermelo per me se oltre mille persone mi ringraziano quasi commossi per la felicità vissuta? Dopo aver letto un articolo come questo e agito di conseguenza, il loro commento comune è stato: “Non potevo immaginare che l'arrivo di una foto potesse colpirmi così profondamente”.
 
Scrivimi una mail, ti risponderò, se preferisci ne parleremo anche al telefono, perché per me questo argomento ha la priorità su tutto... Sto parlando di salvare la vita a bambini che la rischiano per povertà con una adozione a distanza. Non serve che ti spieghi il perché, né quanto ti farà bene, tu già lo intuisci e chi lo sperimenta poi si pente per non aver iniziato prima. 
Dal sito Ioacquaesapone : Necessità e difficoltà di trovare tutte le proprie energie personali (di P. Angelo Benolli)
Giovedì, 29 Novembre 2018 11:06

Necessità e difficoltà di trovare tutte le proprie energie personali

Potere, denaro, sesso sbagliato: che vita si trova davvero in tutto ciò?

Il travolgimento legalistico e razionalistico del passato ci ha portato alla “new age” e al relativismo morale attuale. 

In tanta disperazione, c’è ancora chi permane e si rifugia nel potere, nel denaro o nel sesso sbagliato. Che vita trovano, però, queste persone? Che scambio incontrano nelle relazioni? 

Lo sfacelo personale e relazionale della maggioranza delle persone è evidente. 
Il peggio inoltre è che tutti vi si adattano. 
Ben pochi arrivano alla luce e si impegnano poi, con le forze dovute, fino a sperimentare tutta la libertà morale e religiosa, propria di ogni individuo, per essere maschio o femmina, pieni delle forze d’amore, come l’immagine e somiglianza con Dio e la natura vogliono. Credo che la più grande ignoranza dell’uomo sia sempre stata quella di credere e di presumere di arrivare alla vita attraverso ogni genere di scorciatoie. 
È troppo duro impegnarsi. È meglio lasciar andare, lasciarsi trasportare da quello che il corpo vuole. Perché affannarsi al servizio della verità della natura? Basta seguire il primo pensiero che ti viene. E poi, perché opporsi agli altri? Meglio seguire le mode della maggioranza così non si hanno contrasti e sei “moderno”. Va’ dove ti porta il cuore. Se poi sei prostituito od omosessuale, che importa? Ma, tutto questo, non è forse deviazione?
Intanto la valanga delle negatività depressive e paranoiche aumenta, l’identità delle persone sparisce, le unioni matrimoniali non reggono, i cancri aumentano. In tre anni siamo passati da 121 milioni a 340 milioni di casi di depressione. 
Grazie a Dio vi è ancora il grandioso baluardo della Chiesa che imperterrita non sta a tanta degradazione e richiama ogni persona ed ogni istituzione a ritornare alla natura in Cristo.