Approfondimenti : E' tempo di svegliarsi
vendredi 26 février 2010 00:00

E’ tempo di svegliarsi!

 

 

“E’ tempo di essere finalmente veri per servire nella politica, nelle scienze e nell’amore. Purtroppo oggi, non avendo il rispetto della creazione, della redenzione, non si ha lo spirito della vita ne per se stessi, ne per gli altri, perché, solo sugli uomini, si è sempre lontani e si è sempre senza il Creatore degli uomini, senza il Redentore degli uomini e lo Spirito che è la vita degli uomini. E’ tempo di svegliarsi e di non credere più a chi è senza spirito e vita e sempre toglie la vita ad ogni persona. Questo oggi succede con i capitalisti, con i comunisti, con i massoni. L’uomo con Dio è al centro di tutto.”

 

Padre Angelo Benolli O.M.V
Approfondimenti : Messaggio di Padre Angelo Benolli a tutti i volontari donatori
mercredi 24 février 2010 00:00

Messaggio di Padre Angelo Benolli a tutti i volontari donatori

Carissimi volontari donatori,

vi sono molto vicino e vi ringrazio. Con l’adozione a distanza andate oltre voi stessi, la vostra famiglia ed arrivate in altri continenti a salvare i bambini.
Questa vostra grande generosità è un grande certificato di vita interiore che vi qualifica. Spesso, però, tali qualità, attorno a noi non le sperimentiamo quanto vorremmo. Allora il nostro Spirito ne risente, le nostre relazioni si superficializzano, il nostro animo soffre. In queste riduzioni anche il nostro corpo spesso si ammala e la nostra mente si confonde. Ormai in Italia proprio per questa mancanza di piena espressione delle forze personali, siamo arrivati come dice il Censis ad essere “Poltiglia e mucillagine”. Un italiano su due ha già i germi del cancro, il 50% delle famiglie si separano, il lavoro non è più creativo e di servizio, ma è prevalentemente sotto il controllo di corrotti imprenditori e politici. Voi non meritate tanto male.
Per la vostra interiorità che tanto ama, siete nella categoria di vere persone nobili. Proprio per tutelare, esprimere, difendere e sviluppare queste vostre qualità, io con i volontari di Italia Solidale, vogliamo più che mai esservi vicini, e trovare insieme una difesa di vita ed una possibilità di un più completo sviluppo di vita sia attraverso l’incontro con altre persone generose e mature sia attraverso una relazione più profonda con i nostri volontari d’Italia missionari nel mondo; sia attraverso i miei libri che testimoniano come da sempre la vita sia stata ingannata; quali sono i grandi inganni di oggi; ma soprattutto come uscire da tutti gli inganni della vita attuale.
Ognuno di noi, infatti, ha bisogno di vedere ed uscire da ogni inganno dello spirito, del carattere, del sesso. Gli inganni propri ed altrui poi, sempre, si riflettono sui nervi, e provocano il 90% delle malattie del corpo e l’insipienza della mente. Queste forze di Dio, dell’anima, del sesso, dei nervi e del corpo costituiscono le forze dell’albero della vita. Tali forze, per il 90 % inconsce, sono secoli e secoli che non sono viste e rispettate e producono, di conseguenza, la morte di tanti bambini e la sofferenza delle persone e delle famiglie.
Oggi non basta più la cultura corrente. La cultura vera è lo sviluppo pieno delle energie della tua vita, energie che solo tu possiedi e che sempre hanno bisogno di essere tutelate. Tali energie crescono solo nell’esperienza completa del rispetto e scambio di rispetto nel tempo e nel modo dovuto, che è l’amore. Oggi in Italia siamo diventati “poltiglia e mucillagine” (Censis, rapporto sullo stato del paese, 2007) perché le nostre energie sono perse e disperse in mille inganni e poteri di uomini che sempre abusano degli uomini, si servono di essi, e così quasi più nessuno può amare la propria ed altrui vita. Noi con voi vorremmo subito iniziare un pieno sviluppo di vita e missione per essere completi, indipendenti, testimoni di mutua solidarietà, per sentirci una buona volta liberi, gioiosi, sani e forti nell’amore, invece che dipendenti, ammalati, “poltiglia e mucillagine”.
Proprio per questo però, poiché crediamo che solo l’amore risolve la vita e la moltitudine dei mali, chiediamo a ognuno di voi di collaborare e di trovare entro l’anno un’altra persona matura con cui poter scambiare e a cui far fare una nuova adozione a distanza. Così la vostra innata generosità con noi troverà un maggior sviluppo di vita, e con la vostra persona matura, invece che uno, salverete due bambini, e darete anche all’altra persona l’opportunità di un maggiore sviluppo di vita per la salute dello spirito e del corpo propria ed anche della sua famiglia. Prego Iddio per voi e che ci benedica tutti.

P.Angelo Benolli OMV
Approfondimenti : POSSIAMO LASCIARE L'ITALIA COSI'? Riuniamoci e riscattiamoci
mercredi 3 février 2010 00:00


                                                                     POSSIAMO LASCIARE L'ITALIA COSI'?

Riuniamoci e riscattiamoci
di P. Angelo Benolli

È necessaria una cultura completa della vita per uscire fuori dalla
"poltiglia e mucillagine" dell'Italia di oggi.



1) La vita non s’inganna, è come è, com’è creata. È necessaria una cultura completa della vita.
2) La vita per il 90% è inconscia. Le forze di Dio, del carattere, del sesso, dei nervi e del corpo sono nel neurovegetativo, che è inconscio. Esse crescono solo nel rispetto e scambio di rispetto nel tempo e nel modo giusto, che è amore.
3) Tale rispetto non dipende da quello che penso o voglio io, o che pensa o vuole la maggioranza degli uomini. È morale solo questa conoscenza e rispetto, il resto è sempre contro la propria vita e la vita degli altri.
4) Sono poi queste forze nell’amore che sorreggono la coscienza, ossia il 10% conscio delle forze di vita.
5) Quando l’energia personale di Dio e del carattere non è rispettata, perché lontana dall’io e dall’amore, mai il sesso si sviluppa nell’amore.
6) Allora non si può né amare bene, né lavorare bene. Abbiamo delle credenze inquinate e dei lavori mai nell’amore o nel rispetto altrui.
7) Pertanto come si può dire che un politico o un religioso è valido senza queste basi antropologiche? Così un professionista o uno scienziato, senza queste basi naturali, è davvero un professionista o uno scienziato?
8) Quando non vi è questa cultura, come dice il Censis, diveniamo “poltiglia e mucillagine”, com’è l’Italia oggi (rapporto 2007 sulla situazione sociale del Paese, confermato dal rapporto 2008 e 2009, ndR).
9) Non solo, ma da queste carenze derivano tutte le impotenze, le malattie, lo sgretolamento delle famiglie e l’inciviltà di un ingiusto lavoro.
10) Possiamo lasciare l’Italia così? Riuniamoci e riscattiamoci.

P. Angelo Benolli

Attività di formazione : Venerdì 5 febbraio 2010 parte la IV edizione del corso laboratorio
samedi 30 janvier 2010 17:00

CORSO LABORATORIO
“LA PERSONA E I MASS MEDIA”
Edizione 2010
“Affinchè i mass media siano al servizio dell'uomo, non contro di esso”
 
Venerdì 5 febbraio 2010 inizia la IV edizione del Laboratorio, promosso da Italia Solidale, con importanti novità e riconoscimenti. Le iscrizioni entro il 31 gennaio.




CHE COS’E’ E PERCHE’ LO PROPONIAMO
Il corso-laboratorio “La Persona e la Comunicazione” è un’esperienza formativa per chi desidera comunicare, trovando prima se stesso e contenuti culturali di autentica promozione della vita.
Il mondo in cui siamo immersi oggi evidenza il crescente disagio della Persona e la difficoltà di vivere in pienezza le dimensioni esistenziali naturali: l’espressione della propria identità, una fede autentica e applicata alla vita, una sessualità matura vissuta nell’amore, relazioni di scambio nella coppia, nella famiglia, nelle amicizie, un’esperienza di lavoro creativo e di servizio.
La società italiana è stata definita dal Censis (Rapporto sull’Italia 2007) con le parole inequivocabili di “poltiglia” e “mucillagine”. Ma non si tratta di un malessere isolato. In Occidente assistiamo ad una esplosione della depressione. Nel sud del mondo 26.000 bambini muoiono ogni giorno di fame. Nonostante la buona volontà di tanti e il desiderio di tutti di vivere in pienezza la propria vita e di far vivere, amando, anche gli altri, la sofferenza persiste e aumenta.
Il mondo della comunicazione e dei mass media, che sia la tv o il cinema, internet o il giornalismo, insomma l’esperienza del comunicare ad ampio raggio esprimendo se stessi e le proprie potenzialità, esercita in molte persone, soprattutto giovani, un’attrazione crescente ma anche “fatale”.
Tenendo presente la realtà sociale appena descritta in cui i mass media operano, la domanda focale è “Che cosa si comunica e con che tipo di preparazione?”. E’ infatti facilmente riscontrabile che in questo ambito, mentre esiste un’offerta formativa professionale tecnica con percorsi altamente specialistici, manca invece un’adeguata formazione umana e culturale, dove “cultura” è intesa come “vita”. Accanto alla possibilità di raggiungere una preparazione per creare prodotti mediatici tecnicamente perfetti e innovativi, difficilmente si trova modo di fare contestualmente un’esperienza di maturazione personale, necessaria per saper cogliere la realtà nel suo insieme e individuare contenuti e modalità per una comunicazione che veramente serva la vita e le persone.
Il corso-laboratorio propone una cultura nuova di sviluppo di vita e missione, per trovare, partendo dalle forze inconsce presenti in ciascuno, la propria dignità e l’indipendenza personale, una fede autentica, sane relazioni e per fare del comunicare un lavoro creativo e di servizio. Tutti i comunicatori che non hanno questa maturità sono più inquinatori che veri comunicatori.