Generale : La “Nuova Cultura di Vita” per uscire dagli inganni secolari - di Antonella Casini
Thursday, 14 July 2022 03:07

La “Nuova Cultura di Vita” per uscire dagli inganni secolari

C’è da ringraziare profondamente Dio per il Suo Amore e per la Sua Creazione dentro di noi e attorno a noi. Ma dobbiamo anche constatare che nessuno nella storia l’umanità ha mai veramente colto e rispettato la Creazione di Dio in sè, negli altri e nel creato. Per questo ci sono sempre stati inganni, violenze, malattie e guerre. Lo dimostrano i fatti.

 Nel 21° secolo le persone stanno male come mai prima d’ora, la natura è quasi distrutta ed è scoppiata la III guerra mondiale. Davanti a ciò vediamo il fallimento di tutte le ideologie, le filosofie, le spiritualità, le economie, le politiche che si sono succedute fino ad oggi. Questi fallimenti non sono frutto di colpe coscienti, ma di inganni secolari mai visti nè risolti. Di generazione, in generazione, si è sviluppata una cultura che mette al primo posto l’economia, una scienza senza Dio e senz’anima e una fede che non entra nella vita. Questi inganni secolari, non visti e non risolti, sono cresciuti nel tempo, si sono stratificati dentro le cellule nervose delle persone e oggi sono divenuti talmente grandi da contaminare sempre più anche il fisico delle persone e la stessa natura.

 

In Italia c’è una denatalità che non si spiega unicamente con la scienza e per cui il popolo italiano si sta estinguendo. Le malattie neurodegenerative come l’Alzheimer o morbo di Parkinson, aumentano a tal punto che  sono divenute la  prima causa di invalidità permanente e anche qui la sola scienza non spiega. Il ghiacciaio millenario della Marmolada crolla, il fiume Pò si secca, il Covid 19 non si ferma. Non c’è più tempo di sbagliare. Se vogliamo salvarci, dobbiamo convertirci completamente a Dio e alla Sua Creazione che è un fatto di Grazia, non comprensibile con la scienza senza Dio e senz’anima, nè con la fede che non entra nella vita.  

Vivere questo passaggio epocale è oggi possibile grazie alla nuova cultura di vita, alle comunità eucaristiche e missionarie, al nuovo modo di fare adozione a distanza con gemellaggi mondiali sviluppati, per grazia di Dio, da P. Angelo Benolli O.M.V., presidente e fondatore di “Italia Solidale – Mondo Solidale del Volontariato per lo Sviluppo di Vita e Missione”. Il movimento oggi aiuta 2.500.000 persone in 144 missioni dell’africa dell’india, del Sud America e in tutti i territori italiani. P. Angelo ha sviluppato tutto questo in 91 anni di vita, 63 di sacerdozio, 54 d’incontri quotidiani, per molte ore, con persone di diverse culture e religioni, come sacerdote, missionario, antropologo e scienziato. Vediamo il valore unico di questa proposta culturale e missionaria nel suo documento: “Il Carisma da vivere e proporre”, nei suoi video sulla “Creazione” e sul “Virus” e nell’altro suo fondamentale documento: “Il Nuovo Sapere e Nuovo Potere di Cristo”, che lui stesso ha approfondito in questi giorni. E’ una grazia che Dio dà alle persone oggi, per superare gli inganni secolari, tornare a Dio, alla propria identità e quindi  saper ben amare e ben lavorare, fino ad essere sussistenti e missionari, rispettosi dei fratelli e del creato.

P. Angelo è un vero Oblato di Maria Vergine, consacrato a Dio attraverso la Madonna per la “salute propria” di ognuno e per combattere gli errori correnti, specialmente quelli della scienza senza Dio e senz’anima e della falsa fede che non entra nella vita. Ringrazio per le sue numerose e immense scoperte, come il cambiamento dell’inconscio di Freud con l’Io potenziale. Ringrazio per i suoi libri, documenti e video tradotti in 35 lingue. Con la nuova cultura di vita, le comunità eucaristiche e missionarie e i gemellaggi mondiali, ogni persona può entrare nella propria storia e nel proprio inconscio, liberarsi in Cristo dagli inganni secolari, per essere così maschio o femmina nell’amore, vero missionario che, come diceva Gesù, “parla lingue nuove, scaccia le negatività diaboliche, guarisce le malattie proprie e altrui e non si fa più condizionare da “aspidi e vipere””. Così si supera la guerra dentro e fuori e si vive l’autentica comunione mondiale in vere comunità e nella relazione tra famiglie di tutto il mondo. Questo fatto è dimostrato dall’esperienza delle centinaia di migliaia di persone, tutte laiche e missionarie, che partecipano alle 144 missioni di “Italia Solidale – Mondo Solidale” in Africa, India, e Sud America ed in tutti i territori italiani. Abbiamo migliaia di testimonianze su questo. Coinvolgetevi anche voi!

Antonella Casini